Condividi

Si chiamano “giardini sensoriali” e sono dei laboratori verdi dove i bambini hanno la possibilità di approcciarsi alla natura in modo attivo e in totale sicurezza. Qui i piccoli possono esplorare vari elementi, immergendosi completamente in un percorso ricco di stimoli.

Realizzare dei piccoli giardini o sentieri sensoriali è molto semplice nonché estremamente divertente. Il giardino di casa nostra o il cortile di una scuola sono i luoghi ideali in cui dar vita a dei sentieri che si riveleranno magici agli occhi dei fanciulli.

Giardini Sensoriali

Dare vita ad un sentiero prestabilito fatto di foglioline, sabbia, erba, ciottoli, su cui i bambini possano camminare a piedi nudi sarà esaltante dal punto di vista sensoriale e li aiuterà ad approcciarsi alla natura scoprendone gli elementi che la compongono. Sarà utile delimitare il sentieri con dei mattoncini, entro i quali potrete inserire differenti tipi di materiale, il più vario possibile: foglie, ghiaia, erba, fiori, paglia e chi più ne ha più ne metta. L’ideale sarebbe inserire nel percorso anche un piccolo bacino d’acqua, creando una buca di pochi centimetri, in modo da permettere ai piccoli esploratori di immergere i piedi nell’acqua.

Non dimenticate di mettere a loro disposizione qualche strumento per poter lavorare con tali materiali: una paletta, un rastrello, un secchiello, un innaffiatoio.

Aggiungete quanti più stimoli possibili poiché tutti i sensi dovranno essere coinvolti, non solo tatto e vista ma anche udito e olfatto. Arricchite infine il vostro giardino con varie piante aromatiche e fiori profumati di diverse forme e colori.

Per il bambino sarà un’esperienza unica e densa di emozioni. Tale laboratorio all’aperto ne favorirà la crescita sia dal punto motorio che a livello sensoriale, aiutandolo a sviluppare i cinque sensi.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO