Condividi

Come ogni anno, subito dopo le festività natalizie, si registra una forte astensione dal servizio a causa di moltissime richieste di congedo parentale, malattie e richieste di aspettativa.

Gli uffici scolastici si ritrovano a dover colmare il gap formato: cattedre vacanti e aule scoperte. Ovviamente, la continuità scolastica deve essere garantita perciò il Dirigente Scolastico dovrà tempestivamente supplire a questa mancanza.

La messa a disposizione cioè la propria disponibilità alla supplenza, quindi risulta essere la scelta giusta per chi vuole prendere servizio in questo periodo, a ridosso delle festività Natalizie.

Le  possibilità di essere chiamati per una supplenza aumentano esponenzialmente dopo le festività, quando molti insegnanti possono ancora essere a casa, per congedo o malattia.

insegnanti assenti

La Messa a Disposizione è un’istanza informale, legalmente riconosciuta e prevista dal MIUR, attraverso la quale ogni aspirante docente può candidarsi come supplente.

Chiunque sia in possesso dei requisiti minimi per l’insegnamento, quindi chiunque sia in possesso di una Laurea o di un Diploma che dia accesso a una classe di concorso, può utilizzare lo strumento della Messa a disposizione anche se si è gia iscritti nelle graduatorie d’ istituto di II e III Fascia

La domanda di Messa a Disposizione  non è rivolta esclusivamente agli insegnanti; è infatti un’istanza che i Dirigenti Scolastici possono prenderla in considerazione per la nomina di Docenti, Docenti di sostegno, Assistenti Tecnici, Assistenti Amministrativi, Collaboratori scolastici ed altri ruoli, destinati a coprire incarichi di supplenza per posti vacanti

La domanda di Messa a Disposizione, quindi, è lo strumento che permette agli aspiranti docenti e a tutti coloro che ambiscono a lavorare all’interno della scuola di farsi conoscere dai Dirigenti Scolastici degli istituti di una o più province inviando la propria candidatura anche a centinaia di istituti in tutta Italia.

 

 

 

Doocenti.it si occupa proprio dell’invio delle domande di Messa a Disposizione; è sufficiente investire pochi minuti per poter entrare in contatto con centinaia di istituti.

Cliccando sui link si aprirà un modulo da compilare con le informazioni inerenti alla tua domanda: il tipo di Messa a Disposizione (classica, sostegno, recuperi estivi, personale ATA); il titolo di studio; eventuali certificazioni informatiche o linguistiche; eventuale possesso di abilitazione all’insegnamento e/o al sostegno. Nella seconda parte della compilazione verranno richiesti i tuoi dati anagrafici e i tuoi recapiti, a cui farà riferimento il Dirigente Scolastico per contattarti. Nella terza e ultima parte dovrai indicare le provincie nelle cui scuole vuoi far recapitare la tua MAD.

Entro 24 ore dall’avvenuto pagamento (che ammonta a 19,00 euro per provincia e/o grado scolastico e che avviene su un circuito protetto) lo staff di doocenti.it ti contatterà per controllare e perfezionare la tua domanda di Messa a Disposizione, la quale sarà inviata solamente quando sarà impeccabile.

Quando la MAD sarà inoltrata alle scuole (a tuo nome e in formato PDF), riceverai sulla tua casella di posta elettronica una lista contenente i nomi, gli indirizzi e i numeri telefonici di tutte le scuole contattate.

Il servizio è garantito con modalità soddisfatti o rimborsati. Questo significa che doocenti.it garantisce un rimborso totale dell’importo versato se non sei soddisfatto del servizio che offerto .

 
È giunto il momento di darti un’opportunità! Investi meno di dieci minuti del tuo tempo, dai una svolta alla tua carriera e realizza finalmente il tuo sogno, non lasciarti sfuggire questa occasione

 

 

Metti subito a disposizione le tue competenze! Registrati e invia subito la tua Messa a Disposizione su www.Doocenti.it

Doocenti.it è anche su Facebook all’indirizzo mettendo un “mi piace” alla pagina rimarrai sempre aggiornato sulle nostre attività.

 

Per ulteriori informazioni non esitare a contattare il servizio clienti allo

0240031013

 

Guarda il video => VIDEO MESSA A DISPOSIZIONE

 

VUOI PARTECIPARE AL CONCORSO 2018 ? RICEVI TUTTE LE INFORMAZIONI SUI 24 CFU 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO