Condividi

Dei volumi più usati dagli insegnanti ne abbiamo già parlato abbondantemente in un precedente articolo, ma questa volta abbiamo la possibilità di condividere delle pagina dimostrative per poter vedere un estratto in anteprima e scoprire da quali esigenze sono nati questi volumi.

 

Come è nata l’idea di questi quadernini?

(messaggio dell’autrice Milli Catucci)

volumi più usati dagli insegnanti

Nel 2000 ho avuto modo di lavorare in classe con un bambino molto particolare … con difficoltà molto particolari … era in gamba, intelligente, ma la matita e i quaderni erano i suoi nemici … a voce rispondeva pronto, ma poi consegnava in bianco le verifiche. Perché??! Ho cominciato ad osservarlo in modo mirato, annotavo volta per volta cosa riusciva a fare e cosa no, quale metodo funzionava e quale no … insomma: dovevo capirci qualcosa! Ci stava prendendo in giro? O c’era davvero qualcosa che lo faceva lavorare in modo così discontinuo e “strano”? Mi sono confrontata con la famiglia, che era convinta che fosse “furbo” e “svogliato”, ho mostrato tutte le mie osservazioni, i miei appunti, i lavori raccolti…sono riuscita a convincerli che forse avevamo bisogno di confrontarci con uno specialista. Così fu diagnosticato dislessico alla fine della II elementare. Poi anche disgrafico, disortografico e discalculico. In modo severo. Per me, e la famiglia, un mondo nuovo…L’inizio di un gran bel viaggio…

Inoltre, avevo in classe altri alunni con difficoltà di apprendimento varie più o meno gravi, e quindi la mia più grande esigenza era trovare il modo migliore per metterli in condizioni di apprendere, studiare strategie per renderli anche via via più autonomi dall’adulto e migliorare, di conseguenza, la loro autostima, molto fragile. Dicevo, e ancora continuo a ripetere ai miei attuali alunni:- Non esiste “non ci riesco” o “non sono capace”, ma “ci provo”, “trovo il modo”!-

Ecco: dovevo guidarli a trovare il modo!

Ho cominciato allora a creare grandi cartelloni murali con le principali regole ortografiche, via via che le incontravano. Ma non bastava, perché il mio alunno aveva difficoltà ad andarsele a cercare … allora ho cominciato a creare semplici tabelle e ad inserirle in un quadernino ad anelli. Funzionava! Lo teneva sul banco, andava a controllare … ma doveva ogni volta sfogliare, rileggere i titoli, perdeva attenzione e tempo prezioso che doveva invece dedicare alla risoluzione del compito. Allora ho aggiunto delle linguette colorate, funzionavano anche quelle! E poi i verbi … e poi le tabelle semplificate per l’analisi grammaticale … funzionava tutto per il meglio! Compiti e verifiche complete, corrette e consegnate nei tempi! I voti decisamente più alti hanno poi contribuito ad aumentare la sua autostima e il sorriso era ormai una costante sul suo volto! Le difficoltà erano sparite? NO! Ma si sentiva compreso e, soprattutto, non aveva più sempre qualcuno seduto accanto, quel Quadernino lo rendeva autonomo!

Dopo il successo con italiano la riflessione è stata quasi suggerita dallo stesso alunno: – Ma non si può fare anche un Quadernino delle regole di matematica?– Sicuramente sì! Ma insegnavo italiano, quindi, prima di tutto ho parlato con la mia collega della situazione … purtroppo avevano cambiato già una serie di supplenti per cui non mi sono affatto stupita quando ho capito che le cose non andavano affatto bene né con lui e né con il resto della classe … ma non potevo avere entrambi gli ambiti, quindi la decisione che presi fu quella di intervenire con ore aggiuntive di insegnamento per recuperare e rinforzare solo i bambini in maggiore difficoltà, tra cui lui, con diagnosi anche di discalculia.
Ed ecco un nuovo viaggio, reso più semplice dal fatto che la strategia dell’uso del Quadernino era già stata assimilata con tutte le attività svolte in italiano. Si trattava di capire dove fossero le lacune e cominciare a creare delle tabelle di “primo soccorso”. E con un po’ di amarezza capimmo insieme che già i numeri in sé erano un problema … come si legge? Come si scrive? E piano piano abbiamo cominciato a costruire un “nuovo” Quadernino artigianale con le regole dell’Aritmetica.
Ma anche Geometria non scherzava … e vogliamo dire qualcosa sui Problemi??? Che erano proprio un bel problema! E da lì anche l’idea di trovare un modo per associare alcune parole, alcune domande-chiave che si ripetevano e che –guarda caso – prevedevano tutte lo stesso tipo di operazione e così via … regola dopo regola, pagina dopo pagina, anche la matematica spaventava un po’ meno!
Visto il successo di quello di italiano e le tantissime richieste in merito a qualcosa di simile di matematica ci ho riflettuto di nuovo seriamente ed ho voluto riprovarci: sono andata a ripescare vecchi file su floppy disk, vecchie fotocopie e vecchi quadernini perfettamente conservati con le tabelle ancora imbustate dai miei ex alunni -ormai grandi- e mi sono rimessa al lavoro per pubblicarlo!

 

IL QUADERNINO DELLE REGOLE DI MATEMATICA

Quadernino delle REGOLE DI MATEMATICA (1)
Quadernino delle REGOLE DI MATEMATICA (2)
Quadernino delle REGOLE DI MATEMATICA (3)
Quadernino delle REGOLE DI MATEMATICA (4)
Quadernino delle REGOLE DI MATEMATICA (5)
Quadernino delle REGOLE DI MATEMATICA (6)
Quadernino delle REGOLE DI MATEMATICA (7)
Quadernino delle REGOLE DI MATEMATICA (8)
Quadernino delle REGOLE DI MATEMATICA (9)
Quadernino delle REGOLE DI MATEMATICA (10)
Quadernino delle REGOLE DI MATEMATICA (11)
Quadernino delle REGOLE DI MATEMATICA (12)
Quadernino delle REGOLE DI MATEMATICA (13)
Quadernino delle REGOLE DI MATEMATICA (14)
Quadernino delle REGOLE DI MATEMATICA (15)

Per acquistarlo:

(difficilmente lo trovi in libreria)

– Destinatari –

– Alunni discalculici o con difficoltà di apprendimento, per i quali è uno strumento compensativo INDISPENSABILE.

– Alunni stranieri.

– È comunque un ottimo strumento di lavoro anche per tutti gli alunni dalla prima alla quinta elementare. (C’è chi lo usa fino alle Scuole Medie!)

– Insegnanti di scuola primaria – come guida completa di facile uso e di pronto impiego-.

 

IL QUADERNINO DELLE REGOLE DI ITALIANO

Quadernino delle REGOLE DI ITALIANO (1)
Quadernino delle REGOLE DI ITALIANO (2)
Quadernino delle REGOLE DI ITALIANO (3)
Quadernino delle REGOLE DI ITALIANO (4)
Quadernino delle REGOLE DI ITALIANO (5)
Quadernino delle REGOLE DI ITALIANO (6)
Quadernino delle REGOLE DI ITALIANO (7)
Quadernino delle REGOLE DI ITALIANO (8)
Quadernino delle REGOLE DI ITALIANO (9)
Quadernino delle REGOLE DI ITALIANO (10)
Quadernino delle REGOLE DI ITALIANO (11)
Quadernino delle REGOLE DI ITALIANO (12)

Per acquistarlo:

(difficilmente lo trovi in libreria)

– Destinatari –

– Alunni dislessici o con difficoltà di apprendimento, per i quali è uno strumento compensativo INDISPENSABILE.

– Alunni stranieri.

– È comunque un ottimo strumento di lavoro anche per tutti gli alunni dalla II- III elementare fino alla I media (lo hanno sperimentato i miei ex alunni – qualcuno ancora adesso in III media!)

– Insegnanti di scuola primaria – come guida completa di facile uso e di pronto impiego-.

Altri testi scritti dall’autrice

QUADERNINO DELLA LETTURA (maiuscolo – minuscolo)

 


CLICCA QUI PER SCOPRIRE TUTTI GLI ALTRI QUADERNINI DI ALTRE MATERIE

1 COMMENTO

  1. Ho acquistato ora i libri per la figlia di mia sorella che ha iniziato la prima elementare
    Sembra che abbia difficoltà a seguire le insegnanti, a differenza degli altri bambini.
    Spero di poterla aiutare meglio con questi libri.
    Vi farò sapere

LASCIA UN COMMENTO