Condividi

Lo psichiatra e psicologo Paolo Crepet torna a parlare di scuola e lo fa con un’intervista al settimanale diocesano Notizie.

insegnanti educatori

Dopo gli ultimi fatti di cronaca che hanno interessato diversi istituti scolastici, Crepet guarda gli insegnanti in veste di educatori piuttosto che di istruttori perché “I ragazzi vanno educati, non istruiti, la scuola deve tornare a produrre educazione”.

Lo psichiatra riflette poi sul ruolo dei genitori e delle famiglie dei giovani studenti dal momento che “L’educazione prevede delle regole. Se queste saltano, salta l’intero impianto. Poi altro grave deficit è rappresentato dalle famiglie”, che ormai “sono implose”.

Secondo Crepet la colpa più importante dei genitori è proprio quella di “non fare i genitori”, in generale a parte alcune eccezioni “Il progetto educativo delle famiglie è completamente fallito: se un giovane arriva così a 16 anni, significa che ha vissuto 16 anni di diseducazione”.