Categorie
Attualità

Achille Lauro a Sanremo con un Canzone sull’Ecstasy, Salvini: “Penosa e Pietosa, Mi Fa Schifo”

Achille Lauro sicuramente è uno dei concorrenti di Sanremo più discusso al momento. Un genere musicale di nicchia, che sta diventando sempre più mainstream, e i vistosi tatuaggi in volto hanno reso inevitabili le “chiacchiere da social network”.

Lauro De Marinis, il vero nome dell’artista, è un classe 90 che ha incominciato la sua attività d’artista a partire dal 2012. Il trapper è finito al centro del ciclone mediatico a causa della canzone presentata proprio a Sanremo.

Secondo i media infatti, la canzone “Rolls-Royce” rappresenterebbe un inno al consumo di ecstasy. Questa ipotesi ha dunque creato un vero e proprio parapiglia, scatenando l’indignazione generale. A difendere il giovane artista è stato il presentatore del Festival Claudio Baglioni, che ha assicurato che il testo della canzone rappresenterebbe solo la vita delle rockstar.

Il Ministro Salvini ha espresso un parere piuttosto critico nei confronti di Achille Lauro: «Penosa e pietosa. Come immagine, musica e testo. È terribile. Mi fa schifo solo l’idea». Prosegue poi parlando del presunto riferimento all’ecstasy: «Mi sembra che stia ammiccando, non è la macchina. Anche perché cita qualche personaggio che in passato ha abusato e non è finito bene».

achille lauro

Ma il testo inneggerebbe davvero al consumo di droga? L’ipotesi è nata sulla base del fatto che alcune pasticche di ecstasy avevano impresso proprio il marchio della nota casa automobilistica. Un’accusa piuttosto debole che è stata mossa nei confronti dell’artista.

Sulla vicenda è intervenuta anche Striscia la Notizia che, con Staffelli, ha voluto consegnare il Tapiro d’Oro ad Achille Lauro. Il giovane trapper ha spiegato, in modo infastidito, come le accuse fossero infondate: «Invece di inventarti scemenze per avere pubblicità, dovresti pensare a cosa c’è dietro la musica. Ti meriti il Tapiro per essere il tonno più grande d’Italia».

La vicenda comunque è piuttosto importante perché la musica fatta da Achille Lauro è ascoltata per lo più da ragazzi in età scolare. Va da sé che quindi sia necessaria un’analisi del testo per capire quali siano le intenzioni dell’autore. È davvero un inno alla droga? Questo è il testo:

Sdraiato a terra come i Doors

Vestito bene via del Corso

Perdo la testa come Kevin

A ventisette come Amy

Rolls Royce

Si come Marilyn Monroe

Chitarra in perla Billie Joe

Suono per terra come Hendrix

Viva Las Vegas come Elvis

 

Oh Rolls Royce

Rolls Royce

Rolls Royce

Rolls Royce

Rolls Royce

Rolls Royce

No non è vita è Rock’n Roll

No non è musica è un Mirò

È Axl Rose

Rolling Stones

No non è un drink è Paul Gascoigne

No non è amore è un sexy shop

Un sexy shop si si è un Van Gogh

Rolls Royce

Rolls Royce

 

Voglio una vita così

Voglio una fine così

C’est la vie

Non è follia ma è solo vivere

Non sono stato me stesso mai

No non c’è niente da capire

Ferrari bianco si Miami Vice

Di noi che sarà

Rolls Royce Rolls Royce

Di noi che sarà

Rolls Royce Rolls Royce

Rolls Royce

Rolls Royce

 

Voglio una vita così

Voglio una fine così

C’est la vie

Amore mio sei il diavolo

Che torni ma

Solo per dare fuoco al mio cuore di carta

Dio ti prego salvaci da questi giorni

Tieni da parte un posto e segnati sti nomi

Rolls Royce

Rolls Royce

Rolls Royce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *