Condividi

Purtroppo, nonostante ci troviamo nel 2019, proseguono i brutti episodi di discriminazione razziale. Questa volta la vittima è una piccola bambina di 7 anni, la quale è colpevole di avere la pelle “diversa”.

La vicenda si svolge ad Alessandria e la racconta Vittoria Oneto, consigliera comunale. Racconta sui social: «Salgono (sull’autobus) una mamma con due bambini. Lei si appoggia in uno spazio largo col passeggino e la bambina di circa 7 anni prova a sedersi in un posto vicino ad una signora di circa 60 anni che aveva appoggiato la sua borsa della spesa sul sedile. La signora guarda la bambina e le dice “ NO NO TU QUI NON TI SIEDI!” Io dico alla donna di spostare la borsa e di fare sedere la bambina ma lei insiste e mi dice in modo arrogante di farmi gli affari miei».

Episodio di Razzismo sul Bus

La consigliera dunque continua il suo racconto, spiegando come sia riuscita a farsi valere: «A quel punto alzo la voce sempre di più e le intimo in malo modo di fare sedere immediatamente la bambina e di vergognarsi con tutto il fiato che avevo in gola. La signora a quel punto la fa sedere ma continua a borbottare e a guardare schifata la bambina. Tutte le persone sull’autobus mi guardano in parte compiaciute, in parte no ma nessuno osa dire nulla. Secondo voi di che colore aveva la pelle quella bambina? Sì proprio così.».

Veramente un episodio spiacevole che ha causato addirittura una crisi di nervi alla consigliera, la quale è scoppiata in lacrime una volta scesa dal bus. Davvero uno spiacevole episodio che però merita di essere raccontato.