Condividi

Tramite il Corriere della Sera le risposte che accendono uno scontro molto delicato

annalisa minetti

Cantante non vedente che è molto famosa nello scenario dello spettacolo italiano. In seguito alla sua gravidanza, che aveva suscitato delle critiche, ora che è diventata madre non ha intenzione più di tacere.

Essere una donna, un’artista e una mamma non è un “vantaggio” che deve essere negato alle persone affette da disabilità, queste le prime dichiarazioni. I normodotati dovrebbero riuscire a comprendere che le scelte delle vite altrui non sono cosi problematiche come si crede, continua la Minetti, i veri disabili siete voi.

Le critiche

La gravidanza di Annalisa Minetti aveva immediatamente suscitato, sui Social, delle critiche da fan e da persone totalmente sconosciute, che l’accusavano di non aver fatto una scelta adatta per un bambino. Immediatamente si è acceso uno scontro che ha interessato milioni di utenti, dove la cantante non ha voluto prendere parte.

In effetti, durante tutto il corso della gravidanza, ci si aspettava che la Minetti prendesse un ruolo importante ma ha preferito tacere. Questa è la sua seconda bambina. La cantante ha assistito allo stesso tipo di “discorso” nella sua prima gravidanza, con il primogenito che ora ha 10 anni.

Nonostante i molti commenti critici lei ha continuato a vivere la sua vita sociale e familiare in modo completo e riservato poiché si sente una donna completa e una mamma adatta.

I disabili sono i normodotati

Il crescente interesse nei suoi confronti per il termine della gravidanza ha acceso uno scontro verbale che ha interessato anche il mondo dello spettacolo. Ora che è nata la bambina, la Minetti, ha deciso di parlare e di affrontare le persone che le hanno puntato contro il dito accusandola di non aver fatto una scelta giusta.

Annalisa Minetti dichiara, in una intervista al corriere della sera, che i veri disabili sono i normodotati perché essere non vedente non impedisce di essere una madre, una donna che ha di fronte una carriera e una paladina dei diritti sociali. In poche righe, la nota cantante, ha messo a tacere milioni di persone che hanno giudicato la sua vita.