Condividi

Ritrovare un bimbo piccolo morto è sempre un dolore atroce, ma sapere che sia stato dimenticato nel minibus per quasi sei ore, davanti l’asilo, è qualcosa di inenarrabile.

Proviamoci lo stesso. Succede in Australia, luogo in cui al momento le temperature sono elevate dato che lì è estate. A Edmonton, un sobborgo di Cairns, con una temperatura esterna di 34°, un bambino di tre anni ha trovato la morte sul minibus che lo avrebbe dovuto portare all’asilo. Effettivamente, il bimbo piccolo morto in un modo atroce all’asilo c’è arrivato, ma non è mai sceso dal pulmino.

Pare sia salito sul minibus, di proprietà della Goodstart Early Learning, intorno alle 9.30 del mattino, ma non è più sceso. Lo hanno ritrovato verso le 15.15, quando ormai era troppo tardi: era rimasto tutto il tempo chiuso dentro il mezzo, posteggiato davanti la scuola in cui il bambino sarebbe dovuto entrare al mattino.

Jiulia Davison, amministratore delegato della scuola, dice ai microfoni di Channel Nine:”Stiamo vivendo il peggior incubo di ogni famiglia. Siamo tutti devastati”. La polizia indaga sul caso e al momento non ha rilasciato dichiarazioni sul decesso del piccolo. Naturalmente tutti gli occhi sono puntati sull‘autista del pulmino, ma gli inquirenti dicono che non sia stato ancora interrogato.

Alla comunità sconvolta, si aggiunge la costernazione dell’azienda di trasporti proprietaria del minibus. Si ritiene responsabile della salute dei piccoli passeggeri che ogni giorno le famiglie affidano loro, e una tragedia di tali dimensioni è troppo per tutti. L’azienda sta collaborando offrendo supporto alle famiglie e ai bambini.