Condividi

La mia scelta è stata dare compiti che facessero interrogare, riflettere, emozionare i miei ragazzi. Le nozioni, da sole, non servono a nulla. Il compiti degli educatori è, letteralmente, “trarre fuori” il meglio dalla persona che si ha di fronte per fare in modo che sia consapevole dei suoi talenti e li faccia fruttare. Educare ai sentimenti, alle emozioni, all’amore per gli altri, ad ascoltare i bisogni di chi ci circonda… per avere cittadini responsabili e sensibili, non semplici (e sterili) contenitori da riempire di nozioni.

 

Vi assicuro che, se fatti beni, questi compiti potranno risultare più difficili degli esercizi tradizionali… ma di gran lunga più edificanti. Non solo per loro, ma per tutti.

 

Compiti delle Vacanze di una Professoressa

 

A… ammira la bellezza del paesaggio che c’è attorno a te, contemplane il fascino e conservalo nel tuo cuore: nessuno potrà portartelo via.

 

A… analizza le frasi delle canzoni o delle citazioni che più ti piacciono, passa dall’analisi logica a quella del periodo e, se proprio non resisti, cedi anche all’analisi grammaticale!

 

E… emozionati davanti a un quadro, leggendo un libro, guardando un film, ascoltando una canzone, abbracciando un amico, correndo sulla spiaggia, percorrendo sentieri, camminando nel bosco, … insomma, qualsiasi cosa tu stia facendo, concentrati sulle emozioni e non pensare ad altro.

 

E… elimina gli errori/orrori grammaticali dai tuoi scritti (anche da facebook! Alcuni link o status non si possono proprio leggere!!!), esercitandoti con la grammatica italiana (come? Sul tuo libro ci sono tantissimi esercizi e, se non ti garbano, cercali anche in internet o scarica qualche app… insomma: non hai scuse, Esercitati!).

 

I… innamorati ogni giorno della Vita, cercando in ogni attimo di coglierne il valore inestimabile. Sforzati e ti sorprenderai di come il tuo volto sarà pieno di sorrisi.

 

I… intraprendi la lettura di un libro a tua scelta. Non ti chiederò di stilare una relazione, ma di annotare su un foglio le frasi che più ti hanno colpito e di farle tue, profondamente tue.

 

O… organizza le tue giornate in modo da non dimenticarti degli Altri. Ascolta i bisogni e i silenzi di chi c’è al tuo fianco e cerca di strappare un sorriso a chi incontri sul tuo cammino. A volte ci vuole davvero poco.

 

O… ottimizza il tuo lessico: scopri vocaboli nuovi, sinonimi efficaci, termini ricercati. Gioca con le parole, scegliendo le sfumature che più ti piacciono.

 

U… usa il tuo tempo per stare bene e per far stare bene, usalo per progettare obiettivi e fissare sogni, usalo per riflettere su quanto accade nel mondo, usalo con la testa e con il cuore… ma non buttarlo via: non tornerà più!

 

U… utilizza il libro di antologia per approfondire qualche tematica che ti sta a cuore: la letteratura e la Vita vanno spesso a braccetto!

 

Marta Chioda, insegnante