Categorie
Attualità

Coronavirus, Estubati due Pazienti dopo Somministrazione del Tocilizumab

Arrivano buone notizie da Napoli. Nella giornata di oggi, due pazienti ricoverati in condizioni gravi sono stati estubati. Nei giorni scorsi, avevano entrambi ricevuto la somministrazione del medicinale “Tocilizumab“, attualmente utilizzato per la cura dell’artrite remautoide.

L’infettivologo dell’ospedale Cotugno di Napoli, il dottor Vincenzo Montesarchio, ha infatti riferito all’Ansa che a un paziente era stato somministrato il Tocilizumab il 7 marzo. Al secondo paziente, invece, qualche giorno più tardi, il 10 marzo. Secondo quanto riferito, i pazienti erano due uomini di 63 e 48 anni. Entrambi erano ricoverati nel reparto di Rianimazione ed erano in prognosi riservata, a causa delle critiche condizioni di salute.

tocilizumab

Così, gli era stato somministrato il Tocilizumab. Negli ultimi giorni, infatti, grazie al team di medici cinesi, i medici dell’Ospedale Cotugno avevano iniziato ad utilizzare il farmaco, in quanto proprio i cinesi avevano rilevato la possibilità di utilizzarlo contro il coronavirus. In effetti, sembrerebbe che il medicinale abbia un effetto positivo nella cura della polmonite, la peggiore complicazione del virus. Proprio oggi, tra l’altro, nella struttura sanitaria della Campania è iniziata la sperimentazione per verificarne il suo utilizzo.

A distanza di qualche giorno, dunque, i due pazienti sono stati estubati. Il dottor Montesarchio ha così commentato: “Un’ottima notizia. Erano in condizioni molto gravi, in rianimazione, intimati con una polmonite a evoluzione pessima e con prognosi riservata“. Ora, però, i pazienti sono in ventilazione assistita. Si ritiene che, già dalle prossime ore, possano essere spostati dalla Rianimazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *