Condividi

La polizia ha arrestato l’uomo che giovedì sera ha travolto con il proprio Suv due cugini di 11 e 12 anni a Vittoria, in Sicilia. L’accusa è di omicidio stradale aggravato dallo stato di ubriachezza.

Cuginetti Investiti da SuvIl più piccolo dei due bambini, Alessio D’Antonio, è rimasto ucciso mentre l’altro è stato portato in ospedale in condizioni gravissime ed è stato operato d’urgenza. Nell’impatto ha perso le gambe.

R.G., il 37enne guidatore dell’auto, non si è fermato a prestare soccorso. Quando è stato rintracciato è risultato positivo a droga e alcol. Nella sua auto, inoltre, sono stati trovati uno sfollagente telescopico e una mazza da baseball. Nella vettura, insieme a lui, viaggiavano altri tre individui, che sono scappati subito dopo l’incidente.

Si sono poi costituiti e hanno detto di essere fuggiti per paura della reazione della gente. Ora sono accusati di omissione di soccorso e favoreggiamento personale. Il guidatore è stato incastrato dalle telecamere di videosorveglianza della zona, in cui si vede chiaramente il Suv piombare a tutta velocità sui due ragazzini.

Il bambino sopravvissuto, che ha avuto le gambe tranciate nell’incidente, è ancora in gravi condizioni. Dopo essere stato operato a Vittoria, è stato trasportato al Policlinico di Messina.

Fanpage.it, nell’annunciare la data del funerale del bimbo rimasto ucciso dall’incidente, diffonde la seguente curiosità:

A organizzare il funerale del piccolo Alessio D’Antonio, il bambino ucciso da un suv nella serata di giovedì a Vittoria, sarà l’agenzia di pompe funebri Cutello amministrata, tra gli altri, da Maurizio Cutello, attualmente sotto processo insieme ad Angelo Ventura – uno degli occupanti dell’automobile guidata da Rosario Greco che ha travolto un gruppo di bambini uccidendo Alessio e ferendo in modo gravissimo il cugino Simone.