Condividi

I buoni propositi: come si potrebbe fare a meno di loro? Ogni semestre universitario si è intenzionati ad iniziarlo nel migliore nei modi però, una volta che l’esame si avvicina, si inizia ad entrare in crisi. Ma perché succede questo? Semplicemente perché, durante il corso del semestre, non si è attuata un’adeguata gestione del tempo.

La mancanza di un piano realistico di studio e di una routine consolidata spesso mandano a monte le ore disordinate di studio effettuate durante il semestre. Alla base quindi deve esserci una solida pianificazione che determinerà quindi il successo per quel che riguarda la sessione d’esame. Il “trucco”, se così vogliamo definirlo, consiste nel gestire il proprio tempo su base giornaliera, settimanale ed infine semestrale.

gestione del tempo

Il primo step prevede, prima di entrare nel vivo dello studio, la preparazione di un calendario che ricopra l’intero semestre. È importante che contenga le seguenti informazioni:

  • Segnare le scadenze di eventuali lavori da consegnare
  • Segnare le date degli esami da dare (in caso non fossero ancora disponibili, segnare una data approssimativa)
  • Annotare le attività legate agli esami (lezioni, seminari e conferenze ad esempio)
  • Prendere nota di tutte le attività extrascolastiche.

Ora si è in possesso di una panoramica generale e si può prendere coscienza di quanto materiale studiare per ogni esame. Ora bisogna stabilire quale esame dare prima, tenendo a mente il carico di studio per ogni esame.

Il secondo step consiste nel pianificare un calendario settimanale (da preparare preferibilmente la domenica). Questo calendario non sarà statico ma dinamico, perché verrà arricchito continuamente in base all’arrivo di nuovi elementi. Verrà preparato seguendo i seguenti punti:

  • Segnare quali lezioni seguire nell’arco della settimana
  • Annotare eventuali scadenze che ricadono nella settimana da iniziare
  • Controllare la pianificazione della settimana precedente e, in caso, aggiungere le cose non eseguite nella settimana da iniziare
  • Annotare gli orari delle attività extracurriculari a cui si intende partecipare
  • Segnare giorno e ora per quel che riguarda le sessioni di studio o lavori di gruppo.

Ora si è in possesso di una panoramica più dettagliata del semestre, ma ancora non basta. È necessario rendere più ricco di dettagli ogni singolo giorno da dedicare allo studio. Per farlo sarà necessario preparare un programma quotidiano la sera, segnando sul calendario le seguenti cose:

  • Aggiungere al nuovo giorno eventuali compiti non eseguiti il giorno precedente
  • Controllare che per la giornata non sia già stato pianificato qualcosa
  • Annotare quante pagine studiare oppure quante ore dedicare allo studio
  • Mettere una spunta ad ogni lavoro portato a termine.

In questo modo si avrà una gestione adeguata e dettagliata del tempo e permetterà allo studente di rendere più fruttifero il suo studio nell’arco del semestre. L’organizzazione, infatti, è alla base di uno studio idoneo atto ad affrontare al meglio una sessione di esami.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO