Condividi

Durante la scorsa settimana nel Torinese un grosso incendio, probabilmente doloso, era partito da una zona boschiva di Val della Torre e, alimentato dal forte vento, aveva raggiunto Givoletto e La Cassa.

Un centinaio di persone erano state costrette ad evacuare dalle loro case, aiutate dai vigili del fuoco. I volontari della squadra Antincendi boschivi del paese hanno combattuto per ore ed ore contro le fiamme; ne è simbolo una foto che ritrae due di loro, il caposquadra ed il suo vice, distesi su un prato, stremati dalla fatica, con le divise segnate dall’incendio.

Incendio a Givoletto

La foto è stata scattata a Givoletto ed è subito diventata virale: pubblicata su Facebook la sera del 12 marzo, oggi conta centinaia di commenti e più di 1500 condivisioni.

Queste le parole scritte come didascalia della foto: “Questa foto ve la voglio spiegare. Io ho i brividi quando la guardo perché so quanta fatica e stanchezza stanno provando questi ragazzi. A voi sembrerà inquietante, ma la cosa più inquietante è che sono svegli da lunedì mattina alle 06, sono fuggiti da lavoro per operare sul nostro territorio e hanno spento tutto il pomeriggio, tutta la sera, tutta la notte, tutta la mattina e tutto oggi pomeriggio. Hanno una forza che è fuori dal normale, in tantissimi gli hanno detto che dovevano andare assolutamente a dormire, ma loro non ne vogliono proprio sapere, se c’è il fuoco, loro ci sono, fino all’ultima fiamma! Ora fortunatamente sono tutti a casa e finalmente potranno dormire, sperando che nelle prossime ore non si accenda di nuovo qualche focolaio. Onore a voi, ragazzi dal cuore d’oro e dal fisico d’acciaio! Portate a casa un’altra vittoria”.

A volte per fortuna ancora si riconosce il coraggio e la forza dell’uomo e si sanno riconoscere i veri “eroi”.