Condividi

La dislessia è un problema di apprendimento che causa complicazioni nella lettura e nella scrittura. Colpisce anche altre capacità: concentrazione, memoria e abilità organizzative. Quando comprendi come insegnare a un bambino dislessico, puoi aiutarlo a costruire la consapevolezza di se stesso oltre alle capacità cognitive, usando metodi di insegnamento che prevedono un approccio multi-sensoriale. Così lo agevolerai non solo in classe, ma anche negli altri ambiti della sua vita.

 1

1. Utilizzare un approccio multi-sensoriale.

Significa utilizzare allo stesso tempo più sensi: tatto, vista, movimento e suono. Anche se è particolarmente adatto per un bambino dislessico, possono beneficiarne tutti i bambini.

  • Scrivi degli appunti sotto forma di cartoncino. Darai allo studente dislessico qualcosa di tangibile da guardare e tenere. Fagli leggere ciò che è scritto sui cartoncini ad alta voce per stimolare le capacità motorie e uditive.

 

  • Costruisci dei vassoi di sabbia. I vassoi di sabbia sono semplici contenitori simili a vassoi che contengono sabbia (o fagioli o schiuma da barba). Gli studenti possono usarli per compitare le parole o fare disegni sulla sua superficie. In questo modo stimolano il tatto.

 

  • Incorpora attività divertenti all’apprendimento. Giochi e altre attività creative coinvolgono maggiormente il bambino nel processo di apprendimento. Questo lo rende più divertente e soddisfacente, dando al dislessico un senso di conquista.

 

  • Usa il colore in modo intenzionale. Gli indizi visivi aiutano chi soffre di dislessia a comprendere il materiale scritto. Usa il colore sulla lavagna oppure gli evidenziatori. Scrivi i decimali nei problemi di matematica usando colori diversi. Evita il rosso, che solitamente ha una connotazione negativa.

2

2. Usa il tempo in modo saggio.

I bambini dislessici spesso lottano con la concentrazione. Ci sono cose che possono distrarli o rendere loro difficile ascoltare una lezione lunga o guardare un video. Chi è dislessico, inoltre, combatte con la memoria a breve termine, non riuscendo a prendere appunti o a comprendere istruzioni elementari.

  • Prenditi il tuo tempo. Non affrettare la lezione. Dai agli studenti il tempo di copiare tutto ciò che è scritto sulla lavagna. Assicurati che chi è dislessico abbia capito, prima di passare a un altro argomento.

 

  • Ripetiti spesso. Dato che un bambino dislessico ha problemi di memoria a breve termine, sarà difficile per lui ricordare ciò che dici. Ripeti istruzioni, parole chiave e concetti in modo che gli studenti ricordino ciò che dici almeno per il tempo di scriverlo.

 

  • Fai brevi pause con regolarità. Un bambino dislessico spesso non riesce a stare seduto per troppo tempo. Fai delle pause durante la giornata, per dividere le lezioni lunghe. Puoi saltare da un’attività all’altra, per esempio: lettura, gioco, ancora lettura e apprendimento.

 

  • Usa i limiti di tempo correttamente. Un bambino dislessico necessita di più tempo per fare un certo compito rispetto agli altri studenti. Tieni a mente questa cosa quando devi fargli completare gli esami e i compiti in classe, e non mettergli fretta nei compiti a casa.

3

3. Dagli delle note a margine.

Dato il problema con la memoria accennato sopra, dare al bambino dislessico una sorta di prontuario passo-passo della lezione sarà utile, specie se è lunga. Scrivi le istruzioni dei compiti direttamente sul compito stesso, così capirà ciò che deve fare. Usa indizi visivi come asterischi e puntini per sottolineare ciò che è importante e informativo. E fagli usare una guida di riferimento, come l’alfabeto o la numerazione.


4

4.Costruisci delle strutture organizzative.

Aiutano il dislessico a sviluppare qualità organizzative delle quali beneficerà per il resto della vita. Creale in classe ma incoraggialo a usarle a casa.

  • Usa dei contenitori per separare lezioni e argomenti. Renderai più semplice trovare compiti e fogli esplicativi. E ricordati di abbinargli un colore.

 

  • Mantieni la routine giornaliera. Gli schemi aiutano il bambino dislessico a capire cosa ci si aspetta da lui e cosa succederà. Se possibile, affiggi lo schema usando parole e immagini sulla parete della classe, così gli studenti possono farvi riferimento.

 

  • Incoraggia il bambino dislessico a usare un diario dei compiti. Fagli scrivere sempre tutto. Controllalo prima che esca dalla classe per essere certo che abbia compreso le istruzioni.

5

5. Utilizza altre risorse.

Non pensare di essere l’unica fonte di apprendimento per uno studente dislessico: esistono innumerevoli risorse disponibili per aiutare un bambino dislessico a imparare.

  • Incoraggia l’apprendimento dal coetaneo. La risorsa rappresentata dal compagno e il sostegno sociale sono probabilmente una delle cose migliori che si possano offrire. Gli studenti possono leggere l’uno all’altro, riscrivere note o fare esperimenti assieme.

 

  • Porta in classe uno specialista. In questo modo eviti che il dislessico si senta diverso e anche gli altri bambini ne trarranno beneficio.

 

  • Utilizza la giusta tecnologia. Giochi, programmi di scrittura, software di comando vocale e di registrazione della voce possono essere tutti molti utili per un bambino dislessico.

 

CONSIGLI UTILISSIMI:

  • Mai definirlo stupido. Chi è dislessico in realtà è molto più intelligente della media. Mostragli una lista di dislessici famosi per incoraggiarlo, come ad esempio Albert Einstein.
  • Leggi Il dono della dislessia di Ronald D. Davis, un autore dislessico. Ti fornirà informazioni su come funziona la mente dei dislessici, aiutandoti a comprendere come fare per aiutarlo a imparare meglio.
  • Dagli ogni settimana dei cartoncini con parole e lettere. Se li memorizza, premialo.
  • Non diventare impaziente se il bambino parla troppo velocemente. I dislessici hanno una mente visiva perciò pensano in modo più rapido rispetto alle persone “normali”, ecco perché parlano in fretta.
  • Stampa parole nere su carta gialla. Saranno più facili da leggere. Oppure dai al bambino della plastica colorata trasparente da sistemare sopra alle parole da leggere.
  • Se gli piace, lasciali recitare. I bambini dislessici spesso diventano grandi attori.
  • Uno studente dislessico deve usare i fogli a righe o millimetrati per la matematica. Quelli a righe gli permettono di seguire i problemi in modo orizzontale o verticale a seconda di quello al quale sta lavorando.
  • Per insegnargli qualcosa sfrutta gli oggetti: lo interesseranno maggiormente e comprenderà meglio.
  • Se gli fai rileggere più volte lo stesso libro, lo vedrai migliorare. Probabilmente lo memorizzerà.
  • Insegna al bambino dislessico come valutare le risposte ai problemi di matematica. In questo modo lo aiuterai a controllare quello che gli è capitato da risolvere e a capire se la risposta è corretta o meno.
  • Fallo leggere con l’aiuto di un audiolibro.

 

ATTENZIONE:

  • Mai forzare un bambino dislessico a leggere davanti alla classe. Fallo leggere solo davanti a un adulto o un compagno che non lo prenda in giro.

LETTURE CONSIGLIATE

 

Ho un bambino di 8 anni che frequenta la 3° elementare, utilizzo giornalmente questo libro, è utilissimo, semplice, chiaro di facile memorizzazione. Le schede possono essere fotocopiate e plastificate per poterle utilizzare ovunque. Lo consiglio vivamente a chi ha questo problema.Consiglio, quindi, questo libro a tutti coloro che vogliono trovare consigli pratici e spunti di riflessione non – troppo – buonistici.Una mamma

Perfetto per tutti, ragazzi, genitori e soprattutto insegnanti e dirigenti scolastici. Non dovrebbe mancare in ogni scuola. Contiene tutti i riferimenti normativi, la spiegazione dei DSA e delle diagnosi, i consigli didattici pratici suddivisi per materia, le indicazioni sugli strumenti compensativi e sulle misure dispensative, e infine tanto materiale didattico pronto all’uso da fotocopiare dal libro cartaceo o da stampare dal CD allegato. DA COMPRARE ASSOLUTAMENTE!Un'insegnante

Questo libro è utile ai genitori che, come me, si trovano a dover affrontare il problema dei DSA. E’ spiegato tutto molto bene (cos’è la dislessia, come “vede” le cose un dislessico, come si deve impostare un piano di studio, etc.) ed è quindi un validissimo aiuto per la comprensione specifica di ciò che, se affrontata per il verso giusto, non è affatto una limitazione.Un genitore

Abbiamo aspettato questo libro come una manna dal cielo! Appena arrivato ci siamo messi subito al lavoro! Ho trovato le spiegazioni facili e il libro fruibile anche per me che non sono un’addetta ai lavori ma una semplice mamma! CONSIGLIATISSIMO!Una mamma

 


Fonte: http://it.wikihow.com/Insegnare-a-un-Bambino-Dislessico