Condividi

Mens sana in corpore sano. Questa locuzione latina sta divenendo un vero e proprio riferimento nella vita di molte persone. Sono in continuo aumento infatti coloro che decidono di optare per una dieta vegetariana, poiché questa è percepita come un’alimentazione più sana rispetto a quella “tradizionale”.

Menù Vegetariano in Mensa

Proprio in virtù di ciò, anche l’alimentazione in ambito scolastico sta mutando, virando in maniera graduale verso un menù vegetariano. In Francia, da novembre, le scuole offriranno un menù vegetariano almeno una volta a settimana.

Ovviamente gli studenti non avranno l’obbligo di optare per questa tipologia di dieta, ma potranno sceglierla quando proposta. Per i gestori del catering scolastico questo però è un vero e proprio obbligo che durerà 2 anni: è questo infatti il tempo previsto per la sperimentazione.

In questi giorni le associazioni dei genitori, il AVF (associazione di vegetariani) e Greenpace si stanno prodigando per tenere alcune conferenze atte a pubblicizzare questo nuovo concetto di mensa.

A quanto pare questa proposta sta riscuotendo molto successo: 6 francesi su 10 infatti si dicono favorevoli. Questo trova il favore anche delle associazioni ecologiste, ritenendo che una proposta del genere sia un primo passo verso un’alimentazione migliore e che rappresenti un aiuto concreto per combattere il riscaldamento climatico.

C’è ancora da stabilire però un “limite” alla dieta vegetariana a scuola. I vegetariani infatti non mangiano il pesce, bisognerà vedere se nelle mense saranno previsti piatti che escludano solo la carne o anche questo alimento. In Francia solo il 5% degli abitanti si dichiara vegetariano, ovvero che esclude dalla propria alimentazione sia la carne che il pesce.