Condividi

“Scappa a piedi nudi” è il titolo del libro autobiografico di Ilde Terracciano, una donna che oggi ha 58 anni e che ha vissuto la sua vita al limite della sopravvivenza.

ilde terracciano

Ad appena 12 anni è la madre casalinga per cinquantamila lire a darla ad un uomo di 28 anni violento e pedofilo che a 13 anni l’ha messa incinta.

Il matrimonio in chiesa viene celebrato di fronte tutta la comunità senza che nessuno alza un dito per fermarlo e salvare cosi Ilde, che viene così soprannominata la “sposa bambina della camorra” perché quell’uomo che l’ha violentata e poi sposata lavora per la camorra di Ottaviano, gestendo un giro di prostituzione.

Ilde Terracciano ha dovuto sopportare ogni tipo di violenza fisica e psicologica. La madre non vuole sapere nulla della figlia, anzi quando Ilde riesce a scappare dopo che il marito viene arrestato, va da lei per chiederle aiuto, ma per risposta la madre la fa internare in manicomio.

Fugge anche da lì vagando da sola, chiedendo l’elemosina, incontrando ogni sorta di personaggio losco negli anni a seguire. Proprio in questo tempo di vagabondaggio che Ilde Terracciano decide di procurarsi una pistola per uccidere la madre, responsabile per lei di tutto quello che le è accaduto. Ma quando è il momento non riesce ad essere come chi l’ha sfruttata e per lei comincia una nuova vita.

Cerca un lavoro e si riabilita, andando a scuola e diventando parrucchiera professionale, estetista e tatuatrice. Oggi è mamma di altri tre figli e il suo primo matrimonio è stato annullato dalla Sacra Rota. “Scappa a piedi nudi” è un libro da leggere assolutamente.

Ilde Terracciano ha voluto scriverlo per lei e per mettere una pietra sopra il passato, ma anche per dare speranza a chi è stata o è ancora vittima della pedofilia.