Condividi

A Palermo, proprio nel luogo in cui si sta cercando di combattere disperatamente contro il coronavirus, è accaduto un fatto davvero vergognoso. Nella tarda serata di ieri, lunedì 16 marzo, attorno alle ore 20:30, dei ladri si sono introdotti nel Policlinico di Palermo. Dopo essersi resi conto che medici, infermieri e il resto del personale sanitario erano in un momento di concitazione, totalmente assorbiti dai pazienti, hanno raggiunto il Reparto di Medicina d’Urgenza. Nello specifico, sono andati sia negli spogliatoi sia negli ambulatori.

Qui, i ladri hanno preso tutto quello che hanno trovato e che riuscivano a trasportare. In effetti, hanno portato via effetti personali dei medici e degli specializzandi, due computer e quattro monitor.

ladri ospedale

Durante una pausa, alcuni medici si sono accorti delle mancanze. Per questo motivo, hanno allertato il carabinieri della Compagnia di Piazza Verdi. “Abbiamo trovato tutto sottosopra. La collega arrivata per la notte non ha trovato lo zaino con le chiavi di casa e della macchina. Io e un’altra collega il portafogli. Poi, abbiamo scoperto che sono entrati anche al piano di sotto, portando via cinque computer e altra attrezzatura“, ha raccontato uno dei medici. Un altro ha riferito: “Lo sdegno e la delusione che abbiamo provato non è descrivibile. A maggior ragione, in questo momento di emergenza assoluta. I responsabili devono vergognarsi profondamente per quello che hanno fatto“.

Comunque, gli agenti intervenuti hanno ascoltato i racconti del personale sanitario e raccolto le testimonianze. Hanno anche acquisito le registrazioni delle telecamere di video sorveglianza. In questo modo, si cercherà di identificare i ladri.