Categorie
Attualità

Le Nuove Ordinanze Regione per Regione Dopo La Chiusura delle Scuole

Da diversi giorni l’Italia è stata divisa in colori, per questo motivo le regioni hanno la possibilità di applicare misure differenti in base alle condizioni presenti sul territorio.

Nuove Ordinanze Regione

Le scuole chiudono di nuovo, e le lezioni tornano a distanza, ma quali sono le diverse regole applicate per gli organi scolastici in base al colore assegnato dal governo?

LEGGI ANCHE: Azzolina: “Chiudere Le Scuole Significa Fare un Disastro”

LE MISURE PER LE ZONE GIALLE

Per quanto riguarda la zona gialla, le lezioni continueranno in presenza per le classi della scuola primaria di e secondaria di primo grado, per tutti gli altri verrà adottata la “DAD”. Le regioni in questione sono: Friuli Venezia Giulia, Lazio, Campania, Emilia Romagna, Marche, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Veneto.

Da oggi però, nelle regioni Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia hanno optato per misure più restrittive, sospendendo le lezioni di educazione fisica, canto e di strumenti musicali a fiato. Continua invece la sospensione delle lezioni in presenza in tutta la regione Campania fino al 14 novembre, in attesa di nuove disposizioni.

LE MISURE PER LE ZONE ARANCIONI

Riguardo le scuole le zone arancioni hanno adottato le stesse misure della zona gialla, comprendendo: Abruzzo, Basilicata, Liguria, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria. Il governatore della Puglia Michele Emiliano ha dato la possibilità ai genitori di scegliere se fare frequentare la didattica a distanza o in presenza ai propri figli. Nella città di Palermo è stato deciso di chiudere tutte le scuole dell’obbligo fino in data 16 novembre. Didattica a distanza fino al 14 novembre invece per quanto riguarda l’Umbria anche per scuole primarie e secondarie di primo grado.

LE MISURE PER LE ZONE ROSSE

Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta e la Provincia Autonoma di Bolzano fanno invece parte della zona rossa, dove resteranno sospese tutte le attività didattiche in presenza a partire dalla seconda media in poi. Inoltre gli studenti dai 6 anni in su avranno l’obbligo di indossare la mascherina mantenendo inoltre un metro di distanza tra i banchi.

LEGGI ANCHE: Padre Rifiuta di Far Indossare La Mascherina al Figlio: “Non La Sopporta”. Preside Chiama La Polizia