Condividi

Frequentare la scuola non è importante solo dal punto di vista lavorativo. Diplomarsi e/o laurearsi è utile anche per accrescere la propria cultura. Delle volte però l’istruzione non basta. Anche dopo aver frequentato la scuola si rischia di avere la testa parecchio chiusa. Lo dimostra il fatto che, nel 2019, sempre più gente ritiene che la terra sia piatta.

Certo, la notizia può sorprendere il lettore. Sicuramente sono rimasti sorpresi i controllori dell’Intercity Milano Ventimiglia. Questi infatti, quando hanno richiesto ad alcuni passeggeri di esibire i titoli di viaggio, hanno ottenuto la risposta che segue: «La terra è piatta, noi siamo terrapiattisti, ambasciatori fuori da ogni giurisdizione planetaria e quindi il biglietto del treno non lo paghiamo». È tutto così surreale.

terrapiattisti

Stando a quanto raccontato dai controllori, i 4 terrapiattisti non li stavano prendendo in giro: erano proprio seri! Ovviamente erano seri anche i controllori che hanno fatto in modo che i quattro passeggeri venissero denunciati.

A loro carico l’accusa di interruzione di pubblico servizio: il treno infatti è dovuto rimanere fermo presso la stazione di Pavia per circa un’ora, causando a tutti molti disagi. Inoltre i passeggeri si rifiutavano di fornire le proprie generalità.

Le persone coinvolte in questa surreale vicenda sono un 43enne di Verona, un 37enne di Messina, un 37enne di Savona e un 26enne di Ancona. Preoccupa il fatto che i passeggeri erano terribilmente seri. I terrapiattisti sono tornati in voga negli Stati Uniti e stanno prendendo piede anche nel nostro paese. Sono convinti che Galileo sia solo un impostore come, del resto, tutta la Nasa, i piloti d’aereo e le hostess. Tutto questo accade nel 2019.