Categorie
Attualità

M5S su Provvedimenti Istruzione: Salute Primo Bene da Preservare ma La Scuola Viene Subito Dopo


I deputati e le deputate del Movimento 5 Stelle in commissione Cultura, esprimono la loro opinione a seguito dell’approvazione a Montecitorio della risoluzione di maggioranza.

M5S su provvedimenti istruzione

“La salute è il bene supremo da tutelare in questa fase, ma l’istruzione viene subito dopo. Il Parlamento ha espresso una chiara posizione politica, impegnando il Governo a garantire la didattica in presenza in tutti i territori in cui la diffusione dei contagi non risulti fuori controllo e a proteggere in particolare le fasce di età più piccole, a partire dai nidi fino alla scuola secondaria di primo grado” affermano.

“Le parole pronunciate oggi dal presidente Conte ci rassicurano, confidiamo che nel prossimo Dpcm sarà ripagato lo sforzo di questi giorni per non aver mai ceduto sul diritto all’istruzione e sarà seguita la linea tracciata in Parlamento. Ma l’impegno a difesa di studentesse e studenti dovrà continuare a vedere unite e collaborative tutte le istituzioni, a ogni livello” continuano.


I deputati aggiungono: “Chiudere le scuole sia considerata l’ultima, la più dolorosa e difficile alternativa possibile, mentre si continui a fare tutto il possibile per non far ricadere sulle nuove generazioni le conseguenze della pandemia, ma anche delle inefficienze di settori collegati all’istruzione”.

“Ben venga, allora, la riduzione della capienza dei mezzi pubblici, preannunciata dal presidente del Consiglio” proseguono.

Parlando infine delle risorse stanziate per la didattica digitale, “oltre agli 85 milioni nel decreto Ristori, 3,6 milioni saranno utilizzati per dotare di connessione le scuole secondarie di secondo grado che finora ne erano sprovviste”.