Matteo Salvini Annuncia La Sua Idea di Scuola: Stesso Docente per Almeno 5 Anni e Insegnanti di Sostegno Capaci

Durante un comizio tenuto in Trentino Alto Adige, l’ex Ministro dell’Interno e Vicepremier Matteo Salvini si è espresso sulla Buona Scuola dichiarando le priorità della sua idea di scuola.

idea di scuola

Matteo Salvini ha sottolineato i “danni” della legge 107/2015, soprattutto la mancanza di continuità didattica, visti i numerosi trasferimenti che ci sono ogni anno da Nord a Sud.

C’è da mettere mano alla riforma della scuola massacrata da Renzi, una scuola buona non ha insegnanti che ogni anno girano per l’Italia da nord a sud come è accaduto finora” ha dichiarato il Leader della Lega. Secondo Salvini “una buona scuola ha lo stesso insegnante per almeno 5 anni e sceglie insegnanti di sostegno in grado di farlo”.

Per Salvini, quindi, la continuità didattica va garantita vincolando gli insegnanti per almeno cinque anni, quindi per un ciclo completo, se il riferimento sono le scuole superiori. Bisogna inoltre assumere degli insegnanti di sostegno preparati.

Diventa un autore di MenteDidattica e pubblica i tuoi articoli!

Gli insegnanti che inviano la propria richiesta, una volta accettati, potranno pubblicare articoli su tematiche scolastiche preferite.

4 commenti su “Matteo Salvini Annuncia La Sua Idea di Scuola: Stesso Docente per Almeno 5 Anni e Insegnanti di Sostegno Capaci”

  1. Premesso che il problema è reale, e che a spingere per i trasferimenti non è stata la 107, ma sono sempre stati gli insegnanti col forte sostegno dei sindacati (quello dei trasferimenti e delle assegnazioni é un sistema postbellico, che non ha niente a che fare con la c.d. “buona scuola”), lancio alcuni spunti di riflessione: 1) molti insegnanti meridionali hanno votato i 5S per il motivo opposto (la 107 ha creato inevitabilmente più posti al nord per motivi demografici, e quindi difficoltà a trasferirsi al sud, dove ci sono meno posti. Molti precari meridionali accettavano di buon grado supplenza più disoccupazione, purché vicino casa, e sono stati costretti ad accettare il ruolo fuori. Il motivo non è stato la cattiveria del PD, ma la sentenza UE che ha stabilito che le supplenze per più di 36 mesi sono illegali); 2) nella mia scuola abbiamo votato la discontinuità tra biennio e triennio, cioé si cambia volutamente insegnante, per evitare che fortune e disgrazie cadano sempre sugli stessi alunni. La continuità é sempre un valore? Potrebbe essere il cavallo di Troia per il consueto obiettivo salviniano di scoraggiare il movimento degli insegnanti terú?Non sarebbe meglio dirlo apertamente?

    Rispondi
  2. Sono d‘accordo con te completamente. La Buona Scuola non c‘entra proprio niente, ma se la saranno letta la legge. Sono convinta che non ne conoscano neanche l‘inizio. Desolante!

    Rispondi
  3. Avranno sempre bisogno del Sud come il sud ha bisogno del nord smettiamola però di pensare in questo modo si va dove c’è il lavoro ! Al nord mancano insegnanti, operai ecc… ci si sposta punto l’Italia una è

    Rispondi

Lascia un commento