Matteo Salvini: “Se Non ci Fossero la Scuole Paritarie Sarebbe un Disastro”

Ospite della trasmissione Agorà, l’ex Vicepremier e Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha espresso il suo pensiero sulle scuole paritarie. Secondo Salvini le paritarie rivestono un ruolo di grande importanza: “Se non ci fossero sarebbe un disastro”, ha sottolineato.

scuole paritarie

La sua dichiarazione è in linea con quanto affermato dall’ex Ministro Bussetti:Le scuole paritarie sono parte integrante del sistema nazionale di istruzione e svolgono un ruolo fondamentale, sancito dalla nostra Costituzione. Tuttavia è necessario rivedere il meccanismo di erogazione delle risorse destinate alle scuole paritarie con nuovi parametri. Andranno poi fatti accurati controlli sia per l’ottenimento sia per il mantenimento della parità scolastica“.

Diventa un autore di MenteDidattica e pubblica i tuoi articoli!

Gli insegnanti che inviano la propria richiesta, una volta accettati, potranno pubblicare articoli su tematiche scolastiche preferite.

3 commenti su “Matteo Salvini: “Se Non ci Fossero la Scuole Paritarie Sarebbe un Disastro””

  1. Era oraaaaa …. un ministro intelligente che riconosce l’importanza delle scuole paritarie ! Lo giudicano un dittatore , invece da la libertà di scelta. Io genitore voglio portare mio figlio in una scuola privata ( Cristiana , ebrea ,musdulmsna , atea …) perché devo pagare la scuola con le tasse ( scuole pubbliche ) il più devo pagare anche la privata … cioè due volte !
    Nooo dai Salvini ti sosteniamo tu sostieni i nostri figli e le nostre scuole !

    Rispondi
  2. In un sistema democratico è giusto che ci sia libertà di scelta. Tuttavia la scuola statale è in grado di offrire agli alunni le sollecitazioni culturali di cui essi necessitano. Mi auguro di aver capito bene quello che Salvini volesse dire, visto che sono una sua fan. Per accedere all’insegnamento nella scuola statale non è una cosa semplice, più facile è lavorare nella scuola privata.

    Rispondi
  3. Non diciamo stupidaggini! Con le tasse si pagano servizi come la scuola, anche la sanità! Se per esempio mi volessi curare da un privato allora potrei pretendere di non pagare la sanità pubblica? Se lei vuole portare suo figlio in una scuola privata può farlo,questo non toglie che sia giusto che lei dia il suo contributo (come tutti gli altri) per sostenere la scuola pubblica!

    Rispondi

Lascia un commento