Condividi

Marcello Malatesta e sua moglie Lorella lavoravano entrambi nella Croce Rossa. L’uomo purtroppo ha contratto il Coronavirus ed è stato ricoverato all’ospedale di Jesi (Ancona). Da allora Lorella non lo ha più visto. Marcello, infatti, non ce l’ha fatta.

La donna racconta: “Non l’ho potuto salutare per l’ultima volta, né in ospedale né al cimitero, sono in quarantena”. Ad aumentare il dolore c’è dell’altro: “Nessuno mi ha restituito i suoi effetti personali. Eppure si tratta di oggetti dal grande valore affettivo per me, visto che sono le ultime cose che lui ha toccato”.

Il cellulare di Marcello è stato ritrovato in un cassonetto nei pressi nel nosocomio, ma a Lorella non è mai arrivato.

La direttrice sanitaria Sonia Bacelli si scusa: “Di solito ciò che è appartenuto ad una persona scomparsa viene inviato per posta ai parenti. Non ora, a quanto pare. Deve essere capitato qualche errore. Ogni giorno abbiamo una situazione di emergenza in ospedale per via del Coronavirus. Se la busta è finita inavvertitamente nella spazzatura ce ne scusiamo. Contatteremo JesiServizi per chiedere di fare una ispezione appositamente”.