Condividi

Anton Oberländer è una persona molto persuasiva. L’anno scorso, quando lui e un gruppo di amici si sono ritrovati a corto di denaro per una gita in campeggio in Cornovaglia, è riuscito a convincere il bigliettaio delle ferrovie nazionali tedesche a lasciargli alcuni biglietti gratuiti. Un funzionario che ha assistito alla scena era così impressionato dalla sua parlantina che lo ha invitato a tenere un discorso motivazionale per 200 impiegati.

Anton, va specificato, ha 14 anni.

La sicurezza di questo adolescente di Berlino è perlopiù il frutto di un’istituzione educativa unica che ha messo completamente sottosopra le convenzioni dell’educazione tradizionale. Nella scuola di Oberländer, non ci sono voti fin quando gli studenti non compiono 15 anni, così come non ci sono orari e lezioni strutturate come sermoni. Sono gli studenti a decidere quali materie vogliono studiare per ogni lezione, e quando sottoporsi agli esami.

Scuola di Berlino

Il vademecum della scuola è l’incubo di ogni genitore elicottero. Le materie obbligatorie si limitano alla matematica, alle lingue Tedesca e Inglese, e a studi sociali implementati da corsi più astratti come “responsabilità” e “sfida”. Per Sfida, agli studenti dai 12 ai 14 anni vengono concessi €150 (£115) per intraprendere un’avventura che devono programmare completamente soli. Alcuni vanno in kayak; altri a lavorare in una fattoria. Anton è andato a fare trekking lungo la costa sud dell’Inghilterra.

La filosofia dietro queste innovazioni è semplice: dal momento che i requisiti del mondo del lavoro stanno cambiando, e che gli smartphone e internet stanno cambiando il modo in cui i più giovani processano le informazioni, afferma la preside della scuola, Margret Rasfeld, l’abilità più importante che una scuola può trasmettere ai propri studenti è quella di motivarsi da soli.

“Guardate dei bambini di tre o quattro anni – sono pieni di sicurezza,” dice Rasfeld. “Spesso, i bambini non vedono l’ora di iniziare la scuola. Ma purtroppo la maggior parte delle scuole riescono in qualche modo a minare quella sicurezza.”

Tutto ciò che l’Evangelical School Berlin Centre (ESBC) sta provando a fare è “reinventare la scuola”, dice la preside. “La missione di una scuola progressista dovrebbe essere quella di preparare i giovani a confrontarsi con il cambiamento, o ancora meglio, di far sì che guardino al cambiamento con ottimismo. Nel 21esimo secolo, le scuole dovrebbero considerare lo sviluppo di personalità forti come parte del loro lavoro.

Scuola di Berlino ESBC

Far ascoltare a degli studenti un insegnante per 45 minuti e punirli per aver collaborato nello svolgere un esercizio, dice Rasfeld, non è solo anacronistico rispetto alle richieste del mondo del lavoro, ma è anche controproducente. “Niente è più motivante per uno studente che scoprire il significato che c’è dietro ad una materia per cui sono portati.”

Nella sua scuola, gli studenti vengono incoraggiati a pensare a modi alternativi per testare le abilità sviluppate, come un gioco per computer che include coding e programmazione al posto di un esame di matematica. Oberländer, che non era mai stato via di casa per tre settimane finché non ha intrapreso la sua sfida in Cornovaglia, dice di aver imparato più Inglese durante questo viaggio che nel corso di tutti gli anni passati a studiare la lingua a scuola.

La struttura federalizzata dell’educazione in Germania, nella quale ognuno dei 16 stati pianifica il proprio sistema educativo, consente da sempre ai modelli di “educazione libera” di fiorire. Tuttavia, al contrario delle scuole Sudbury, Montessori o Steiner, l’istituto di Rasfeld tenta di incorporare l’autodeterminazione degli studenti entro un sistema di regole relativamente rigido. Gli studenti che si gingillano durante le lezioni devono recarsi a scuola anche il sabato mattina, per una punizione chiamata “silentium”. “Più libertà hai, più hai bisogno di struttura” dice Rasfeld.

La ragione principale per cui l’ESBC si sta guadagnando il titolo di scuola più coinvolgente di tutta la Germania è che la sua filosofia sperimentale sta riuscendo a dare risultati notevoli. Anno dopo anno, l’istituto di Rasfeld si ritrova ad avere i migliori voti tra le gesamtschulen, o istituti comprensivi, di Berlino, che combinano insieme tutte e tre le forme di scuola del sistema terziario Tedesco. I diplomandi dell’anno scorso hanno guadagnato un voto medio di 2.0, l’equivalente di una B o un 8 – nonostante il 40% avesse ricevuto il consiglio di non continuare fino all’abitur diploma, l’equivalente tedesco del diploma, prima di entrare a scuola. Avendo aperto nel 2007 con solo 16 studenti, la scuola opera adesso a piena capacità, con 500 studenti e lunghe liste d’attesa per i nuovi candidati.

Dato il successo raggiunto con il passaparola, non meraviglia che in molti abbiano chiesto all’approccio di Rasfeld di espandersi su scala nazionale. Tuttavia, alcuni esperti nel campo educativo si chiedono se i metodi della scuola possano essere esportato con tanta facilità: a Berlino, secondo loro, la scuola può attingere dai candidati più promettenti e dalle famiglie più abbienti e progressiste. Rasfeld rifiuta queste critiche, insistendo che la scuola mira ad avere un mix eterogeneo di studenti da background differenti. Nonostante una croce adorni l’aula magna e ogni giorno di lezione cominci con una preghiera, solo un terzo degli studenti sono battezzati. Il trenta percento degli studenti viene da una famiglia migrante e il 7% di loro vengono da famiglie nelle quali non si parla Tedesco.

Sebbene l’ESBC sia una delle 5,000 scuole private in Germania, le tasse sono relativamente basse se confrontate con quelle della Gran Bretagna, tra i €720 e i €6,636 l’anno. Circa il 5% degli studenti è esente dal pagamento delle tasse.

Ad ogni modo, persino Rasfeld ammette che trovare insegnanti capaci di adattarsi ai metodi di insegnamento della scuola può essere più difficile che convincere gli studenti a fare lo stesso.

All’età di 65 anni e prossima al pensionamento a Luglio, Rasfeld ha ancora piani ambiziosi. Un “laboratorio di innovazione per l’educazione” da quattro persone con sede presso la scuola sta sviluppando materiali d’insegnamento per le scuole che intendano seguire i passi dell’ESBC. Circa 40 scuole in Germania sono in procinto di adottare alcuni dei metodi della Rasfeld. Una di queste, nel distretto Weissensee di Berlino, ha di recente lasciato che uno studente intraprendesse una scalata attraverso le Alpi come progetto di sfida. “Siamo solo all’inizio,” dice Rasfeld.

“Nel campo dell’educazione, si può creare il cambiamento solo dal basso – se gli ordini vengono dall’alto, le scuole vi resisteranno. I ministeri sono come grandi petroliere: ci vuole molto tempo per metterli in moto. Dobbiamo essere come piccole barche veloci, per mostrare che le cose possono essere fatte diversamente.”

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO