Condividi

Non ti ascoltano se tu per primo non li ascolti.

Non ne azzeccano una, se non si sentono liberi di sbagliare.

Non ti danno niente, niente più dei compiti fatti e delle paginette studiate a memoria, se vedono che tu fai lo stesso.

Se non ci metti niente di più del sederti lì e fare quanto basta.

Non si accendono, se ti vedono spento.

Non fanno domande, se tu hai smesso di fartene.

Non leggono, se davanti gli metti solo dei libri.

Non aprono, se prima non bussi.

Non diventano grandi, se li tratti come bambini.

Perché quello che dici vale, sì; quello che fai vale, sì: ma soprattutto vale quello che sei.

Ecco perché non imparano niente, se te lo leggono in faccia, che sei lì solo per insegnare.

Non ti ascoltano

 


Autore articolo

Enrico Galiano

Enrico Galiano

Insegnante, scrittore

SEGUILO:

Facebook