Condividi

Si vanno delineando le linee guida per il rientro a scuola a settembre in tutta sicurezza.

Le mascherine saranno obbligatorie per tutti, tranne che per i bambini della scuola dell’infanzia. I banchi dovranno essere distanziati di un metro, stessa distanza che dovrà essere tenuta dal personale non docente negli spazi condivisi. Nelle scuole medie e superiori sarà possibile alternare la presenza degli alunni in classe con la didattica a distanza.

Sempre a seconda dei gradi della scuola si potrà entrare a scaglioni fino alle 10, e l’uscita potrà essere posticipata alle 16. Le entrate potrebbero essere ogni 45 minuti, mentre per gli studenti di elementari e medie l’ingresso potrebbe essere alle 8. La durata delle lezioni potrebbe essere di 40/45 minuti e ci potrebbe essere un ritorno degli insegnanti di potenziamento per fare fronte alle esigenze di nuovo personale. Le lezioni potrebbero svolgersi anche in spazi messi a disposizione da enti pubblici o privati.

I genitori sono chiamati a essere presenti il minimo indispensabile negli edifici scolastici. La capienza delle aule determinerà quanti studenti potranno essere presenti. In caso gli studenti contraessero il coronavirus a scuola è stato chiesto che i dirigenti non siano ritenuti penalmente responsabili.

Al tal proposito, questo è il post in tema di sicurezza che il dirigente scolastico Antonio Fini ha pubblicato sul suo profilo personale: