Categorie
Attualità

Rompe il Cellulare e Non Può Seguire Le Lezioni a Distanza della Prof, Rohit Varak si Toglie La Vita


Il fatto si è verificato in India, il 16enne Rohit Varak aveva fatto cadere il cellulare rompendosi, il ragazzo non poteva più seguire le lezioni a distanza durante la pandemia.

Rohit Varak

La pandemia del covid-19 rischia spesso di destabilizzare le vite e le menti delle persone costrette ad affrontare una vita molto diversa rispetto alla normalità, specie tra i più giovani.

La conferma di quanto detto arriva questa volta dall’India, dove il 16enne Rohit Varak aveva fatto cadere per errore l’unico smartphone di famiglia mentre lo stava usando, il cellulare si è rotto ed era inutilizzabile. Per questo motivo, 4 giorni dopo il giovane si è suicidato per la disperazione, poiché né lui né i suoi fratelli avrebbero potuto continuare a seguire le zioni online durante l’emergenza. La riparazione costava tremila rupie, pari a circa 35 euro, cifra che il padre di Rohit non poteva permettersi, l’uomo infatti era l’unica persona a lavorare in famiglia, come autista di autobus privati, settore piuttosto in crisi negli ultimi mesi.



La sorella 18enne di Rohit Varak ha infatti confermato che la famiglia non se lo sarebbe potuto permettere e che non c’erano altre alternative per loro, i sensi di colpa avrebbero così spinto il giovane all’insano gesto. In India sono oltre il 30% i bambini impossibilitati dal seguire lezioni online a causa della povertà, i dispositivi tecnologici sono troppo costosi per loro.