Condividi

Nel sud-est della Cina un maestro elementare è stato sospeso con l’accusa di discriminazione verso uno studente malato di cancro.

Lontano dalla Classe

Secondo i media cinesi il 13enne Xiaozhou, a cui è stato diagnosticato un linfoma Non-Hodgkin, ha dovuto sedersi lontano dalla classe e dai compagni e non ha potuto sostenere gli esami poiché l’insegnante lo riteneva contagioso. Il ragazzo si era da poco trasferito alla Liancheng Primary School di Quanzhou, in Fujian, per poter trascorrere il periodo di convalescenza dalla chemioterapia vicino alla famiglia.

Secondo Strait News, il padre del ragazzo, Zhou Xiongying, ha denunciato l’accaduto, dopo che il figlio gli ha confessato che il docente gli aveva impedito di sostenere un esame di medio termine. A quanto pare Xiaozhou aveva già saltato tre esami. Sui social cinesi sono apparse diverse immagini del ragazzino seduto in un banco in disparte, lontano dai suoi compagni.

Il padre ha detto: “Riesci a immaginare cosa stava passando per la mente di mio figlio durante l’esame? È costretto a sedersi lì come un pazzo. Quanto deve essere triste?”. Secondo l’uomo, il ragazzo non aveva detto niente per evitare che la famiglia si preoccupasse.

Il linfoma non-Hodgkin è un tipo di cancro del sistema linfatico, una rete di vasi e ghiandole disseminate in tutto il corpo. Un anno fa per Xiaozhou è arrivata la diagnosi, ma dopo la chemioterapia il medico gli ha assicurato che è guarito del tutto. Secondo quanto dichiarato dal Fujian Huian Education Ministry, l’insegnante, che era anche vice-preside, è stato sospeso.