Condividi

È stata resa nota l’indagine Eurostudent che ha analizzato sia le condizioni di vita che quelle di studio degli studenti universitari. Le indagini hanno riguardato i corsi di laurea, corsi di laurea specialistica/magistrale, corsi di laurea specialistica/magistrale a ciclo unico delle diverse università europee ed italiane.

Dall’indagine si nota come gli studenti italiani siano quelli che più difficilmente si distaccano dal proprio nucleo famigliare per vivere da soli. 7 ragazzi su 10 vivrebbero ancora con i genitori durante la vita universitaria. In Europa la media è di circa 1 ragazzo su 3, mentre in Germania si scende addirittura ad 1 su 5.

bamboccioni

In alcuni paesi europei, per lo più quelli nordici, già si è sposati e si accudiscono i propri figli durante gli anni all’università. In Finlandia il 35% degli studenti già convive con il proprio partner, in Francia ed in Germania la percentuale arriva al 21%.

In Italia il dato è sensibilmente differente, infatti solo il 3% degli studenti convive stabilmente con un partner. Le motivazioni riguardano più ambiti. Innanzitutto in Italia è molto forte l’abitudine di restare in famiglia ma un altro elemento da non sottovalutare è la carenza di lavoro.

In Germania il 54% degli studenti lavora regolarmente durante il periodo di studio universitario, la percentuale per il resto d’Europa scende al 35%. Il 16% degli studenti europei invece si accontenta di lavori saltuari.

In Italia la situazione risulta molto differente, infatti solo l’11% degli studenti universitari lavora mentre il 76% si dedica solamente a seguire le lezioni e a preparare gli esami.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO