Condividi

Negli ultimi giorni si è molto discusso di Sfera Ebbasta, in particolare si è parlato riguardo la tragedia accaduta alla discoteca La Lanterna Azzurra dove l’artista avrebbe dovuto esibirsi. Nella discoteca di Corinaldo, alcuni ragazzi, in attesa dell’inizio del concerto, hanno spruzzato dello spray urticante, mettendo in fuga gli spettatori che, inevitabilmente, si sono accalcati verso le uscite d’emergenza.

Questa azione sconsiderata ha portato a gravissime conseguenze. Molti sono stati i feriti, anche gravi. Sei partecipanti invece non ce l’hanno fatta. Questa tragedia però ha smosso qualcosa nel sistema.

Il caso ha avuto un’importante risonanza mediatica ed è quindi stato al centro di molte discussioni in diversi ambiti: contenitori televisivi, telegiornali, giornali e social. La cosa importante però è stata che, da questa tragedia, si è potuto imparare qualcosa.

tragedia corinaldo

A seguito del tragico episodio sono iniziati i controlli presso alcuni locali della provincia di Salerno. In particolare due sono state le discoteche poste sotto sequestro, entrambe hanno ricevuto anche delle multe piuttosto consistenti.

I locali sono stati ispezionati da carabinieri, ispettorato del lavoro, asur e Siae: un locale aveva una capienza massima di 150 persone, ma al momento ne ospitava 500; l’altro poteva contenerne 200, invece ne aveva 400.

Oltre a ciò, altre sono state le infrazioni riguardo la sicurezza, in particolare il mancato rispetto delle norme antincendio. Le uscite di sicurezza infatti erano bloccate da alcuni tavoli utilizzati come guardaroba improvvisati, inoltre alcune vetture, ostruivano le uscite, rendendo macchinosa un’eventuale fuga.

Le violazioni sono costate molto ai proprietari: 18mila euro di multa e sequestro del locale.