Categorie
Attualità

Uccisa per Punizione Vanesa Castillo, Aveva Denunciato Lo Stupro di una Sua Studentessa

Aveva denunciato lo stupro di una sua studente 13enne, messa incinta dal fratellastro di 21 anni che la minacciava, alla fine Vanesa Castillo è stata uccisa nella scuola dove lavorava.

vanesa-castillo

Aveva testimoniato al processo di un abuso sessuale su una 13enne rimasta incinta a causa della violenza ed è stata brutalmente uccisa a coltellate.

Succede a Vanesa Castillo, insegnante della scuola Alto Verde a Santa Fe, luogo in cui insegnava, la donna aveva solo aiutato una sua giovane studente testimoniando quanto sapeva nei confronti del fratellastro 21enne della ragazza, colpevole di stupro due anni fa.

LEGGI ANCHE: “Per i Vermi Violentatori Nessuno Sconto”: Matteo Salvini Chiede La Castrazione Chimica per gli Stupratori

Juan Ramon Cano è invece il nome dell’esecutore dell’omicidio verso la donna, ha ammesso di essere colpevole ma si rifiuta di rivelare il mandante dell’aggressione: “‘Mi hanno mandato a colpire Vanesa Castillo mi avrebbero pagato 50mila pesos. Sono andato e l’ho uccisa”.

In onore della donna è stata realizzata una raccolta firme: “Il femminicidio di Vanesa Castillo ha profondamente commosso la comunità educativa, il movimento delle donne e la società Santa Fe nel suo complesso poiché il suo caso ha messo in evidenza la necessità di attuare una norma per la protezione e l’assistenza di bambini e adolescenti, vittime di violazioni dei diritti e abusi sessuali su minori, nonché la protezione degli agenti statali segnalanti o dei veicoli delle rivelazioni, dando origine al disegno di legge che porta il loro nome “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *