Condividi

Il rapporto tra zii e nipoti passa spesso inosservato, messo in secondo piano dal legame tra genitori e figli e tra nonni e nipoti. Eppure lo zio e la zia sono delle figure molto importanti per i bambini. Diventano amici, maestri, fratelli e sorelle.

Ruolo Fondamentale degli Zii

L’Università del Maine, per esempio, ha condotto una ricerca proprio sull’importanza degli zii nel processo educativo dei nipoti, attraverso interviste a zii, zie, nipotini e nipotine. Quello che è emerso è che gli zii fanno da ponte tra genitori e figli, una specie di “cuscinetto” per risolvere i conflitti in famiglia.

Sono quindi un fondamentale supporto nella crescita e nello sviluppo educativo dei bambini. In un mondo che va sempre di fretta e in cui, per ragioni anagrafiche, per i nonni è sempre più difficile accudire i nipoti, gli zii rappresentano i compagni di gioco e i confidenti ideali. Soprattutto durante l’adolescenza, quando i ragazzi spesso hanno un atteggiamento di chiusura verso i genitori, gli zii offrono una valida alternativa.

Un buon rapporto con gli zii è quindi molto importante per una crescita serena. Affinché il rapporto zio-nipote sia costruttivo, tuttavia, bisogna che i ruoli siano ben definiti: è normale che gli zii, al pari dei nonni, concedano qualche vizio in più al nipote, ma devono essere delle eccezioni, perché si tratta comunque di adulti di riferimento con un preciso ruolo educativo.

Gli zii devono quindi essere una specie di boa in mezzo al mare per i bambini e gli adolescenti: non troppo vicini, né troppo lontani dalla spiaggia. Un punto di riferimento per guardare l’orizzonte da un’altra prospettiva e per avere il coraggio di tuffarsi nel mare della vita.