Categorie
Attualità

È Morto il Batterista dei Pooh Stefano D’Orazio

È morto lo storico batterista dei Pooh Stefano D’Orazio. Lo annuncia Bobo Craxi su Twitter. Aveva 72 anni.

Stefano D’Orazio faceva parte di uno dei gruppi italiani più amati di sempre, ma non era solo un batterista. Nella sua carriera ha ricoperto diversi ruoli: il cantante ma anche il paroliere per diverse canzoni.

Il messaggio pubblicato da Bobo Craxi ha lasciato tutti senza parole, per una morte inaspettata.

Immediata la reazione dei fan. Ancora non sono stati diffusi i motivi del decesso.

A parlare delle cause della sua morte ci ha pensato Dodi Battaglia, in un’intervista all’Ansa: “Stefano non stava bene, ma non sembrava niente di così allarmante. Era ricoverato a Roma in una struttura sanitaria. Si era infettato con questo virus, ma come tante altre persone… Fino a tre ore fa aspettavo un messaggio di aggiornamento e invece mi è arrivata questa mazzata che mi ha spezzato le gambe“. A questo proposito il chitarrista ha voluto stigmatizzare chi minimizza i problemi legati al virus: “Mi fa indignare chi nega o minimizza il Covid“.

Sono devastato. Stefano mi era molto vicino, e io ero molto vicino a lui. Trovo assurdo quello che stiamo vivendo. La velocità è stata disarmante, la morte dolorosa e il covid ha reso tutto crudele, ci ha tolto la possibilità di stare con lui, di stargli vicino, di tenergli la mano. E’ un peggiorativo a un dolore già assurdo. E’ una malattia bastarda, che aggiunge crudeltà al dolore”. Così Red Canzian, bassista dei Pooh e legatissimo a Stefano D’Orazio, racconta con voce rotta all’Adnkronos il dolore per la scomparsa dell’amico e collega di una vita.