Condividi

Molte persone nel mondo scelgono di possedere un animale domestico, e solitamente la scelta ricade sempre su un cane oppure su un gatto. Questi animali diventano amici, membri della famiglia, danno e ricevono amore e ogni padrone di un animale domestico soffre per la morte del suo amico a quattro zampe.

La professoressa Andrews è una di queste persone. La professoressa Andrews insegna matematica ed è la persona più lontana dal classico stereotipo della professoressa di matematica crudele e che ama mettere in difficoltà i suoi allievi, anzi, le sue classi la adorano per il suo talento nel sapere spiegare con parole semplici anche concetti complessi e per la sua flessibilità nel venire incontro alle esigenze degli studenti.

“Per noi la professoressa Andrews era più di un insegnante, era un punto di riferimento per l’intera classe, o forse dovrei dire dell’intero istituto, altri insegnanti compresi.” Queste sono le dichiarazioni di Rachel, una delle allieve della Sig.ra Andrews.

Il grado di empatia tra la professoressa e i suoi allievi si è sviluppato a tal punto da permettere loro di capire che quel giorno qualcosa era diverso.

“La professoressa non aveva la testa nella classe. Sapete come si dice, “le luci sono accese ma la casa è deserta”. Questa era la professoressa Andrews quel giorno. Perdeva sempre il filo del discorso, non riusciva a spiegare nulla e sembrava desiderare di essere da tutt’altra parte. I suoi occhi erano rossi e sembrava sul punto di scoppiare a piangere in ogni momento.” Racconta ancora Rachel.

Lo strano comportamento della professoressa ha spinto i suoi allievi a chiederle cosa fosse successo.

“Alla fine non siamo riusciti a resistere e abbiamo chiesto alla professoressa se fosse tutto a posto. Sulle prime ha cercato di mantenere le distanze, dicendo che andava tutto bene e che aveva solo una giornata storta, ma dopo poco tempo ha raccontato tutto. Secondo me stava solo aspettando il momento adatto per sfogarsi con qualcuno.”

La professoressa ha raccontato del tragico lutto che ha colpito la sua famiglia: la scomparsa del suo adorato gatto dopo 16 anni di vita insieme.

“Anche io ho dei gatti e potevo capire cosa stesse passando la professoressa. Tutta la classe era d’accordo con me nel cercare di aiutarla e navigando su Internet abbiamo trovato quello che faceva al caso nostro. Un annuncio dove due gattini cercavano un padrone. Erano bellissimi, mi ero innamorata di loro solamente guardandoli in foto.”

Immaginate quindi la sorpresa della professoressa Andrews quando, entrando in classe, ha trovato fiori, dolcetti e due gattini che la stavano aspettando! La gioia che è nata sul viso della donna non si può descrivere a parole, era la quintessenza della felicità.

Professoressa Triste

“La professoressa si è commossa come una bambina quando ha visto i gattini. Sembra anche ringiovanita. Questo era il minimo che potevamo fare per ringraziarla di tutto quello che ha fatto per noi. Se ti comporti bene otterrai indietro tutte le buone azioni che hai fatto moltiplicate. Me lo ha insegnato mio padre e ho avuto la prova della verità di queste parole con la nostra insegnante.”

Queste sono le parole finali di Rachel, che ha fatto di nuovo sorridere la sua professoressa.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO