Condividi

Il passaggio dalla scuola seconda di primo grado (ex medie) a quella di secondo grado (ex superiori) è sempre piuttosto delicato. Cambiano gli ambienti, la differenza di età e, soprattutto, cambia l’approccio didattico e la tipologia di materie insegnate. Sono proprio questi i motivi per cui un bambino alla soglia dell’adolescenza trova particolarmente difficile decidere quale sarà la sua futura scuola.

Purtroppo, essendo questa proprio una scelta particolarmente difficoltosa, è facile incappare in errori di valutazione e scegliere un istituto non idoneo. È proprio questo il motivo per cui si verifica una statistica piuttosto preoccupante: oltre il 15% degli studenti abbandona gli studi prima del compimento dei 16 anni. Questo significa che in Italia solo 1 studente su 4 raggiunge il diploma.

scelta delle scuole superiori

Sono questi i motivi per cui vengono create numerose iniziative atte a limitare la dispersione scolastica. In questo modo c’è una maggiore consapevolezza riguardo al proprio futuro scolastico. Sabato 10 novembre sono stati circa 600 gli studenti e genitori delle terze medie delle scuole statali della capitale che hanno partecipato all’iniziativa dell’assessore Elena De Santis, del Movimento 5 Stelle.

Questa era la prima giornata dell’iniziativa chiamata “Mamma ho finito le medie”, ovvero un momento dedicato alla delicata scelta dell’istituto superiore per i ragazzi. L’iniziativa è stata accolta con grande entusiasmo: ben 19 sono stati gli istituti che hanno aderito all’iniziativa per il 3° anno consecutivo. Questo significa che sono a conoscenza di questo delicato momento.

L’iniziativa verrà replicata sabato 17 novembre, dalle 9.30 in  piazza Cinecittà 11. Elena De Santis ha spiegato: “Il crescente successo riscosso dall’iniziativa ha reso necessario duplicare l’appuntamento per accogliere chi non ha trovato spazio nella prima giornata”.