Condividi

Frutto della scrittrice e mamma di un bambino affetto da autismo, “10 cose che un bambino con autismo vorrebbe che tu sapessi” è un libro completo, utile, emozionante, illuminante e molto intuitivo, che è rivolto a insegnanti, genitori, persone che interagiscono con bambini autistici e a chiunque ha voglia di capire di più questa patologia.

10 cose che un bambino con autismo vorrebbe che tu sapessi

Nel libro l’autrice si cala nei panni di coloro che sono affetti da questo disturbo e grazie alla sua esperienza diretta riesce a toccare varie problematiche collegate a questa malattia, spiegando soprattutto quali sono le vere esigenze di queste persone, smontando le credenze errate secondo le quali l’autismo è una malattia incurabile che obbliga i pazienti affetti a condurre una vita insignificante e poco produttiva, puntando sui risultati che la ricerca cha ha fatto ottenuto in questo campo e sulle abitudini corrette che devono avere genitori, familiari, insegnanti, educatori e chiunque altro nei confronti degli autistici.

Sviluppato in 10 capitoli, che sono poi le “10 cose che un bambino con autismo vorrebbe che tu sapessi“, l’autrice riesce a trasmettere con chiarezza numerose informazioni rilevanti che possono aiutare a capire veramente cos’è l’autismo, toglie le paure presenti in coloro che hanno a che fare quotidianamente con una persona autistica e che spesso hanno delle remore riguardo i comportamenti da assumere e verso i bambini affetti da questo disturbo e fornisce vari strumenti efficaci che possono rendere un bambino autistico indipendente, migliorando in questo modo le sue capacità sociali e comunicative.

Scorrevole e pieno di risorse, dopo la presentazione all’edizione italiana, la prefazione e la storia su com’è iniziato tutto si inizia a leggere con grande interesse ogni capitolo, accedendo così a varie tematiche interessanti che vengono trattate nel libro. Viene spiegato che i sensi del bambino autistico non si sincronizzano, si può imparare a distinguere fra ciò che il bambino non vuole fare e quello che non può fare, ci si sofferma sui comportamenti del bambino, sui suoi modi di comunicare, viene insegnato in che modo si può aiutare il bambino ad interagire e come capire cosa può innescare una crisi.

Pieno di esempi concreti, suggerimenti utili da applicare sia a casa che fuori dall’ambiente domestico, questo testo pluripremiato è uno strumento che apre nuovi orizzonti, riesce a far riflettere e si entra in sintonia co l’autrice sin dal primo momento se si ha a che fare quotidianamente con un bambino autistico, in quanto ci si rivede in ogni punto trattato, mentre può essere illuminante per coloro che si approcciano ora a questo mondo o che hanno la curiosità verso un argomento così delicato.

Trattandosi dell’esperienza diretta di una madre si denota una sensibilità particolare che viene trasmessa da ogni riga e la scelta delle parole utilizzate emozionano fino alla fine, ma allo stesso tempo si apprendono varie cose importanti su questa condizione ancora troppo sconosciuta persino a tanti parenti ed educatori, ma grazie alla visione realistica dell’autrice ed allo stile fluido il lettore può prendere consapevolezza di quello che è realmente l’autismo e come comportarsi al meglio con un bambino autistico.