Condividi

A Capri la figlia 13enne del giudice della Corte d’Appello Furio Cioffi è stata aggredita da alcuni ragazzini a cui aveva intimato di non lanciare il pallone contro le persone. Ne dà notizia “Repubblica”.

Gruppo di Bulli

Erano circa le 23 del 29 luglio e la piazzetta di Capri, luogo dell’aggressione, era ancora gremita di turisti. Eppure nessuno è intervenuto in soccorso della ragazzina, che è stata spintonata, inseguita ed ingiuriata, mentre la sua borsa è stata buttata a terra con conseguente rottura del telefonino.

Portata al pronto soccorso, alla giovane è stata diagnosticata una distorsione del collo e guarirà in sei giorni. Il padre, avvertito dalla stessa ragazzina, ha trovato gli aggressori nel luogo dell’accaduto e ha constatato che erano tutti di età compresa tra i 10 e i 14 anni.

Non è riuscito a parlare con i loro genitori, ma solo con una zia, mentre il gruppetto di bulli continuava a sbeffeggiarlo. All’uomo non è rimasto altro da fare che sporgere denuncia.