Condividi

Questi sono i 5 film che ogni insegnante deve aver visto. Sono tutti ambientati in situazioni in cui è presente il ruolo del docente. Non sono i più famosi, non sono i più premiati. Sono dei film apparentemente sconosciuti ma apprezzati dai migliori film blogger, come ONESTO E SPIETATO,  uno dei più celebri blogger presenti sul web che li selezionati scrupolosamente per Your Edu Action.

5-film-che-ogni-insegnante-deve-aver-visto

Ho scelto questi film con l’idea di proporne alcuni che fossero allo stesso tempo non molto conosciuti ma molto significativi per quanto riguarda la definizione del contesto scolastico, inteso non solo come scuola in senso stretto ma educazione, cultura, libertà, integrazione, emancipazione.ONESTO E SPIETATO

 

Ecco la lista dei

5 film che ogni insegnante deve aver visto

 

1. NON UNO DI MENO di Zhang Yimou

Per vedere il film clicca qui
NON UNO DI MENO di Zhang Yimou

Cina rurale, dopo tutte le rivoluzioni e molto vicino alla globalizzazione (come si vedrà). Il maestro Gao abbandona la sua scuoletta per andare a trovare la mamma ammalata, incarica la ragazzina Wei Minzhi, che ha la faccia rotonda come la luna, tredici anni e nessuna esperienza, di occuparsi in sua assenza della scuola e, come nelle favole, le dice che non deve sognarsi di perdere neppure uno scolaro: perché (questo è il retroscena) le scuole cinesi tendono a spopolarsi, gli allievi le mollano, e i maestri si giocano il posto.

 

2. DETACHMENT – IL DISTACCO di Tony Kaye

Per vedere il film clicca qui!
DETACHMENT - IL DISTACCO

La promotion lo presenta come “un film sulla scuola pubblica americana”, ma è parecchio di più. Henry Barthes (l’ottimo Adrien Brody, qui anche produttore) accetta una supplenza temporanea per insegnare letteratura in un istituto superiore sull’orlo della rovina: risultati a livello bassissimo, studenti arrabbiati e minaccia di privatizzazione. Benché sia un uomo dall’anima scorticata (il perché è spiegato in flashback), Henry riesce a conquistare i turbolenti ragazzi: nel caso di Meredith, adolescente infelicissima, fin troppo; al punto di nuocerle senza intenzione.

 

3. DON MILANI – IL PRIORE DI BARBIANA di Andrea e Antonio Frazzi

Per vedere il film clicca qui!
DON MILANI - IL PRIORE DI BARBIANA

Don Milani è malato e la malattia gli ha lasciato poco tempo ancora da vivere. Torna nella sua parrocchia di Barbiana e ripercorre con la memoria gli eventi che hanno segnato il suo percorso, dalla creazione della scuola a San Donato di Calenzano, all’esperienza didattica con i figli dei contadini a Barbiana, alla notorietà e alle discussioni sui suoi metodi, alla preparazione della “Lettera ad una professoressa”. Fa da sfondo l’Italia degli anni del dopoguerra e della ricostruzione, segnata dalle differenze sociali e dal distacco fra Chiesa e società.

 

4. LA BICICLETTA VERDE di Haifaa Al Mansour

Per vedere il film clicca qui!
LA BICICLETTA VERDE di Haifaa Al Mansour

Wadjda ha 10 anni e uno sogno nel cassetto: la magnifica bicicletta verde del negozio accanto per gareggiare coll’amico coetaneo Abdullah. Peccato le sia vietato, essendo una cittadina dell’Arabia Saudita che, oggi come allora, mantiene la condizione femminile a un livello di segregazione e sudditanza. Il “fuoco sacro” della bambina però non conosce ostacoli né regole, portandola diritta al suo obiettivo, con la sorprendente complicità della madre. Presentata a Venezia 2012 in Orizzonti, la delicata e divertente “commedia-in-favola” La bicicletta verde sarà ricordata quale il primo film diretto da una donna saudita.

 

5. WORDS AND PICTURES di Fred Schepisi

Per vedere il film clicca qui!
words and pictures

Lui è un ex scrittore di successo, alcolizzato, ma brillante ed istrionico prof di letteratura inglese a un prestigioso liceo privato del Maine. Lei è una talentuosa artista astratta affetta da artrite reumatoide, neo assunta come prof di belle arti alla stessa scuola. Lui idolatra le Parole, lei le Immagini. Entrambi, per vie diverse, tentano di insegnare nell’era dei morti viventi” a “giovani menti soffocate dai computer e dai centri commerciali”. Ma sono anche reciprocamente attratti, in una dialettica tra la strafottenza di lui e l’algidità di lei.

 

Hai qualche film da segnalare? Ne hai visto uno che consigli vivamente? Scrivilo nei commenti!