Condividi

Elizabeth Maruma Mrema, responsabile per la Biodiversità delle Nazioni Unite, vuole che vengano vietati in tutto il mondo i luoghi in cui si vendono animali selvatici, ossia i “mercati umidi”.

Questo anche a causa della pandemia da Coronavirus, che sembra essere stata innescata da un pipistrello ad un pangolino per poi arrivare agli umani. Il tutto sarebbe accaduto nel mercato di Wuhan, con le conseguenze che sappiamo.

La richiesta di bando di questi luoghi era già stata avanzata dal senatore americano Lindsey Graham. La Mrema ha sottolineato che la chiusura dei mercati sarebbe solo un palliativo e che nel mondo gli animali selvatici danno da vivere a molte persone.

Per il momento in Cina i mercati umidi sono stati chiusi, ma non si parla di una legge destinata a durare.