Condividi

Anni di lotta contro una malattia che non ha voluto risparmiarla. Marta Pavesi, 40enne docente delle scuole medie di Castel Goffredo, originaria di Solarolo di Goito, con la sua tenacia e la sua forza d’animo non si era mai persa d’animo, da quando circa dieci anni fa aveva cominciato ad avvertire i primi sintomi, ma purtroppo non ce l’ha fatta, ha dovuto arrendersi al male ed è scomparsa circondata dall’affetto della famiglia e degli amici.

marta pavesi

La donna era molto conosciuta a Ceresara poiché era molto attiva nel paese, con associazioni e in parrocchia e nelle scuole con iniziative rivolte ai giovani. E il suo lavoro a scuola l’aveva anche portata ad essere cofondatrice del Ge.co.ce, il comitato dei genitori di Ceresara che collabora con gli istituti scolastici per iniziative rivolte agli alunni. E riguardo al suo impegno in parrocchia, si era negli anni dedicata all’organizzazione di campi scuola e manifestazioni in paese che coinvolgevano non solo i ragazzi ma anche le loro famiglie.

Da quando le era stata diagnosticata la malattia comunque la docente non aveva mai smesso di lavorare e di vivere per la propria comunità e per la propria famiglia, e si era mantenuta sempre attiva tra gli impegni con le associazioni di volontariato e le manifestazioni. Nel frattempo si sottoponeva a svariate cure, anche all’ospedale Poliambulanza di Brescia. Purtroppo però si è spenta nella notte tra lunedì e martedì scorsi nell’abitazione di Ceresara dove viveva con il figlio di 12 anni e il marito Remo Venturini. Ed i funerali ieri alle 14:30 nella chiesa di Ceresara partendo dall’abitazione al civico 128 di via Trifoglio. E in occasione dell’ultimo saluto a Marta, la non ha voluto fiori ma offerte all’associazione “Sherpa”.

Anche l’amministrazione comunale di Ceresara ha voluto ricordarla, dichiarando: «È una grave perdita per tutti. Marta è sempre stata un esempio per tutti, una persona tenace, positiva che si è sempre impegnata collaborando con altre famiglie, scuole, financo con il Comune stesso».