Condividi

L’argomento della sessualità a scuola si è sempre dimostrato delicato. Si è verificato però un episodio, nella provincia di Bergamo, che fa parecchio discutere.

Un’insegnante di Italiano di 40 anni è stata recentemente arrestata poiché ha praticato atti sessuali con un suo alunno minorenne: la docente insegna alla scuola media. Non si sa nulla riguardo all’identità delle persone coinvolte o del luogo esatto in cui si è verificata la vicenda per motivi di privacy.

Dalle indagini svolte risulta che il ragazzo fosse consenziente, ma questo non scagiona la docente. Questa infatti rischia dai 5 ai 10 anni di carcere se la persona coinvolta non ha ancora compiuto 14 anni. Il limite sale a 16 se l’adulto in questione è un genitore o una persona cui il minore è affidato per motivi di educazione.

La Procura di Bergamo avrebbe iniziato le indagini alcune settimane fa poiché è arrivata una segnalazione sui presunti incontri sessuali tra l’insegnante e lo studente. La professoressa ha 40 anni ed è attualmente separata con due figli.

bergamo
immagine di repertorio

In pochi giorni gli investigatori hanno avuto elementi sufficienti per chiedere una misura cautelare. Infatti i due sono stati avvistati in auto in una zona appartata per compiere atti sessuali. Le intercettazioni inoltre hanno confermato quanto già sospettato dagli inquirenti.

A scuola nessuno si è reso conto del flirt tra l’insegnante e lo studente. Quest’ultimo sarà preso ascoltato da uno psicologo. Ancora sotto choc i genitori, i quali si sono detti increduli.