Condividi

Se leggere libri in metropolitana non è certo una novità, lo è invece l’idea di promuovere la lettura introducendo biblioteche sotterranee nelle stazioni metropolitane.

Già da un po’ di anni, per la precisione dal 2005, grazie all’idea del sindaco di Madrid, sono state introdotte, in ben 12 stazioni, vere e proprie biblioteche, lunghe 8 metri e larghe 2 metri, dove i pendolari possono, anche di notte, prendere in prestito libri e romanzi, a condizione di restituirli entro 15 giorni (con possibilità di proroga di ulteriori 15 giorni).

Ogni lettore, attraverso un modulo dedicato, può richiedere ed accedere al prestito scegliendo tra circa 3000 volumi, per complessivi 800 titoli.

biblioteche sotterranee

I titoli sono consultabili sul catalogo a stampa disponibile in ogni biblioteca sotterranea; in alternativa, sono consultabili sul rispettivo sito web o mediante il dispositivo touch screen posizionato all’esterno di ogni biblioteca.

Grazie a questa iniziativa, l’interesse per i libri, da parte di turisti e cittadini, è cresciuto notevolmente, pertanto, l’auspicio è che lo stesso progetto, a breve, possa essere replicato anche in altri paesi.