Condividi

Un padre non ha accettato la bocciatura del figlio e così ha preso la macchina ed è corso a scuola per affrontare di petto gli insegnanti e i responsabili. Accade ieri mattina in una scuola media dell’hinterland di Treviso.

sostegno

Ad avere scatenato la furia del genitore sarebbe stata la situazione particolare del figlio, considerato come un ‘ragazzino problematico’ a cui non sarebbero state garantite le ore di sostegno necessarie. “Da qui la rabbia del genitore una volta informato della decisione del collegio docenti. ‘Inaccettabile’, non per i risultati scolastici del ragazzo, ma per la mancanza di un adeguato sostegno durante l’anno” così come riporta Tribuna di Treviso.

Anche se il padre non ha usato violenza fisica sono comunque intervenuti i carabinieri perché la situazione sarebbe degenerata. Intanto il sindaco si è mostrato propenso per un colloquio col genitore.