Condividi

Le somme restanti dell’a.s. 2016/17 vanno spese entro il prossimo 31 dicembre. Lo ricorda un avviso del Miur sulla pagine web dedicata alla carta bonus 500 euro. Dal 1 gennaio, sottolinea l’annuncio, la somma presente nello “storico portafoglio” non potrà essere superiore ai 1000 euro nella Carta del Docente 2019.

Avviso del Miur

Ecco l’Avviso: “Il 31 dicembre 2018 è il termine ultimo per utilizzare gli importi relativi all’anno scolastico 2016/2017 (articolo 6, comma 3 – sexies del DL n. 91/2018 convertito con modificazioni in L. n. 21 settembre 2018, n. 108.). Dal 1° gennaio 2019 il valore del portafoglio non potrà essere superiore a 1000 euro.”

Dal 1 gennaio 2019 la carta del docente verrà sospesa momentaneamente per l’annullamento degli importi relativi all’a.s. 2016/2017. Il servizio riprenderà il 4 gennaio 2019. Si ricorda che il bonus di 500 euro, destinato all’aggiornamento e alla formazione, spetta solo agli insegnanti con contratto a tempo indeterminato della scuola statale.

Gli insegnanti precari non ne hanno diritto in nessun caso, sia quelli con contratto fino al 30 giugno sia quelli con contratto fino al 31 agosto. Tra questi ultimi non rientrano neanche gli insegnanti assunti nell’anno scolastico 2018/19 con il FIT. Ad avere diritto al bonus sono invece i docenti con diploma magistrale assunti con riserva dalla GaE, anche se il contratto diventa supplenza durante l’anno scolastico.