Categorie
Attualità

Cesena, il Web Non Perdona: La Scritta “Scoula” Apparsa Vicino ad una Primaria Fa il Giro della Rete


Ha destato grande clamore e non poche segnalazioni un errore nella segnaletica stradale orizzontale a Cesena, in Via Carducci.

Una semplice scritta sull’asfalto, entrata nell’occhio del ciclone a causa di una svista ortografica. A invitare gli automobilisti a rallentare e prestare attenzione segnalando una forte concentrazione di studenti, in Via Carducci è comparsa la parola “scoula”.

scoula

Un banale errore che però non è stato affatto perdonato dai cesenati, che si sono scagliati con indignazione contro lo strafalcione, chiedendo un provvedimento immediato. La scritta è stata infatti immortalata in un’immagine, facendo il giro del web e andando in pasto a severi commenti sui social.

Il sindaco Paolo Lucchi, ha ringraziato i cittadini per la pronta segnalazione, fra cui anche quella della Capogruppo del M5S Natascia Guiduzzi, e ha subito provveduto alla correzione della segnaletica stradale.

Le parole del sindaco

Intervistato dal Resto del Carlino, il primo cittadino di Cesena, si scusa con la popolazione per un errore commesso “con leggerezza”, ma afferma di non riuscire ad arrabbiarsi con gli operai responsabili:
[…]perché, come diceva sempre mio babbo “chi fa, sbaglia”, ma anche perché so bene come il loro impegno – che si svolge tra temperature estreme, in mezzo al traffico, a volte anche subendo gli improperi di automobilisti frettolosi ed arrabbiati che hanno lezioni da impartire a chiunque – sia difficile ma utilissimo per tutti noi. Lo sanno loro e lo sa anche la gran parte di coloro che li vedono all’opera, per fortuna.

Riserva invece parole di monito a tutti coloro che hanno giudicato con troppa severità la vicenda:

A dispiacermi sono soprattutto i commenti che alcuni dei soliti “leoni da tastiera” non hanno fatto mancare. Come sempre, coloro i quali utilizzano la tastiera come una clava, sottovalutando e denigrando l’impegno di chi lavora per tutti noi, certamente corrono pochi rischi. Ma, nel caso dei “leoni”, il “chi fa, sbaglia” non vale, almeno per me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *