Condividi

Erano le 7:15 quando Sante Quaranta ha accusato un malore, mentre era alla guida, come ogni mattina, dello scuolabus con a bordo 8 studenti tra i 12 e i 15 anni.

65 anni di Fasano (Brindisi), da tutti conosciuto come una persona buona, noto soprattutto per la gara cronoscalata “Coppa Selva Fasano” che dirigeva. Appena ha accusato l’infarto, che lo ha ucciso, Sante ha arrestato la marcia fermando il mezzo e salvando così la vita dei giovani passeggeri e dell’assistente che erano a bordo.

Scuolabus

Non c’è stato nulla da fare per Quaranta, nonostante la tempestività dei soccorsi, è morto appena arrivato all’ospedale Perrino di Brindisi.