Condividi

Una storia creata ad arte per fare soldi quella di Pamela Prati e Mark Caltagirone. Questo è quanto asserito dal critico televisivo Aldo Grasso sul Corriere.it che motiva così la esagerata partecipazione di Pamela Prati alla trasmissione di Barbara d’Urso.

Pamela Prati e Mark Caltagirone

Da quanto emerge da una intervista di Pamela Perricciolo a Selvaggia Lucarelli, ci sarebbe stato un accordo fra la D’Urso e la Michelazzo per una partecipazione al Grande Fratello in cambio di apparizioni strappalacrime. Partecipazione che Piersilvio Berlusconi avrebbe frenato.

Il critico se la prende con Barbara D’Urso che a suo parere ha dedicato troppe ore nella sua trasmissione alla Prati, definendo la vicenda “il punto più basso della televisione italiana degli ultimi 10 anni“.

Secondo Grasso siamo davanti a un mix di false identità create sul web e la “trash tv” che sfrutta un racconto senza limiti. Chissà quanto tempo ancora andrà avanti questa storia in TV, visto che i telespettatori si dicono annoiati dell’uso esagerato di una situazione, vera o no, comunque privata.