Condividi

Orizzonte Scuola ha condiviso in anteprima la bozza, che probabilmente verrà pubblicata in questa versione sulla Gazzetta Ufficiale, dell’allegato al Decreto per l’avvio del concorso straordinario per l’Infanzia e Primaria.

Scarica in anteprima la bozza dell’allegato A contenente i programmi di studio

Scarica in anteprima la bozza dell’allegato B con la griglia di valutazione

Per i posti comuni potranno partecipare diplomati magistrale entro l’as 2001/02 o con diploma sperimentale a indirizzo linguistico e laureati in Scienze della Formazione Primaria che negli ultimi otto anni scolastici abbiano svolto, presso le scuole statali, almeno due annualità di servizio specifico – anche non continuative – nella scuola dell’infanzia o primaria, su un posto comune o di sostegno. È considerato valido anche il titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia.

programma da studiare

Per i posti di sostegno potranno partecipare i docenti che, oltre a possedere i requisiti richiesti per i posti comuni, abbiano conseguito il titolo specifico di specializzazione sul sostegno o di analogo titolo di specializzazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia.

La prova orale durerà al massimo 45 minuti così suddivisi: 30 minuti per una lezione simulata, che verrà preceduta dalla descrizione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute; 15 minuti per il colloquio con la commissione sui contenuti della lezione e sull’accertamento della lingua straniera.

La prova verrà valutata sulla base di una griglia nazionale di valutazione, che sarà quindi la stessa per tutte le commissioni. [Il CSPI propone di eliminare il riferimento alla durata massima del colloquio]

Il decreto formulato dal Ministero recita “La prova orale per i posti comuni, distinta per i posti relativi alla scuola dell’infanzia e primaria, ha per oggetto il programma generale e specifico di cui all’Allegato A e valuta la padronanza delle discipline in relazione alle competenze metodologiche e di progettazione didattica e curricolare, anche mediante l’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.” Ricordiamo che trattandosi di una bozza potrebbe comunque essere soggetta a modifiche.

Scarica in anteprima la bozza dell’allegato A contenente i programmi di studio

Scarica in anteprima la bozza dell’allegato B con la griglia di valutazione