Categorie
Educazione

Lo Conferma La Scienza: La Gentilezza Vale, Chi Dona Sé Stesso agli Altri Vive Meglio



I ricercatori dell’Università della California hanno pubblicato uno studio particolare dal titolo “Kindness counts”, ossia la gentilezza conta. Gli studiosi hanno seguito un gruppo di bambini tra i 9 e gli 11 anni, dopo aver chiesto loro di compiere tre atti gentili ogni settimana, per un mese.

gentilezza

I risultati sono stati sorprendenti: i bambini che hanno praticato la gentilezza sono stati accettati dai compagni in misura significativamente superiore agli altri e hanno rivelato un maggior benessere. Dimostrando quindi che essere gentili nella vita fa la differenza.

Essere gentili non significa essere deboli o mettere da parte il coraggio e la risolutezza, ma semplicemente donare un poco del proprio tempo e delle proprie energie agli altri. La gentilezza può considerarsi uno sport dell’anima, che tutti possono praticare. A questo punto è doveroso che anche tu accetti la sfida: tre gesti gentili a settimana per un mese. Se questo studio ha ragione, tra un mese, dovresti cominciare ad avvertire l’effetto benefico di questa abitudine.


CONSIGLIO DI LETTURA: “SIATE RIBELLI, PRATICATE GENTILEZZA”


È importante però sottolineare che non è assolutamente scontato che aiutando gli altri si riceverà aiuto. Il fine dell’essere gentili non è lo “scambio di favori”, anche se è ovviamente più probabile che essendo gentile con gli altri, anche gli altri lo saranno con te. Il vero benessere, in ogni caso, deriverà dall’atto di donare se stessi agli altri.

Lascia un commento