Condividi

L’ambizione da sempre caratterizza le grandi menti della storia. Dando uno sguardo alle persone di successo che hanno caratterizzato il Ventesimo Secolo sono tutte accomunate da una grande ambizione. Partendo dal basso, e con pochi strumenti a disposizione, hanno creato un vero e proprio impero.

L’ambizione però può essere soggettiva: c’è chi ambisce a mettere su una bella famiglia, chi vuole a tutti i costi un posto di lavoro prestigioso, chi vuole rivoluzionare il mondo. Poi c’è Diego, il cui sogno è quello di essere il nuovo protagonista del Grande Fratello.

Esatto. Diego prova da 10 anni ad entrare nella prestigiosa casa del GF ma non ci è mai riuscito. Il ragazzo infatti è sempre stato scartato ai casting. Il 28enne residente nei pressi di Aprilia ha deciso di iniziare la sua protesta personale: si è incatenato davanti agli studios di Cinecittà.

Provini per il Grande Fratello

Dopo l’ennesima porta chiusagli in faccia, Diego è scoppiato. Incatenato, impugna un cartello: «Dopo dieci anni di casting e provini il mio Gf è qui fuori ad un passo da lì, con la sfortuna di non essere figlio, parente o ex di…».

Il ragazzo dunque lancia pesanti accuse nei confronti del programma targato Mediaset, sostenendo che, in realtà, nella casa più famosa d’Italia, entrino solo volti in un certo senso già noti. Diego dà voce a chi non ne ha: rappresenta la rabbia di chi, come lui, ha visto le porte dei reality chiudersi semplicemente perché non abbastanza noto.

«Anni di provini ma alla fine prendono sempre persone che sono già famose. Ci vuole meno ipocrisia: dicessero chiaramente che anche questa edizione del Grande Fratello non sarà per i ‘non famosi’, basta prendere in giro e illudere il pubblico». Questa è stata la sua dichiarazione.